A Courmayeur musica nella natura con Vivo Verde

Courmayeur: musica nella natura con Vivo Verde. Rassegna musicale.

courmayeur musica natura
A Courmayeur musica nella natura con Vivo Verde (Adobe Stock)

Spettacoli, incontri e concerti con il magnifico massiccio del Monte Bianco a fare da scenografia. È iniziata a Courmayeur la rassegna estiva Vivo Verde, con musica nella natura.

Si tratta della seconda edizione della manifestazione che vuole offrire al pubblico di turisti e residenti momenti di bellezza e condivisione nel legame speciale tra suoni e ambiente naturale. Un modo originale di ascoltare i concerti che vanno dalla musica d’autore alla classica e al jazz, circondati da un paesaggio spettacolare. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Leggi anche –> Torna Risorgimarche: tutto quello che c’è da sapere sull’edizione 2021

Courmayeur: musica nella natura Vivo Verde

A via la seconda edizione di Vivo Verde, rassegna di musica tra le montagne di Courmayeur. Dalle incantevoli baite della Val Ferret, fino al punto più basso del cielo, con l’appuntamento a Skyway Monte Bianco, passando per la Val Veny e l’oasi di pace del Parco Abbé Henry, all’inizio di località Ermitage, Vivo Verde eleva la musica a canale privilegiato per veicolare la bellezza e la solennità della natura. Il legame tra arte e natura torna a risuonare in alcuni degli angoli più suggestivi di Courmayeur con quattro appuntamenti curati da Massimiliano Finazzer Flory.

Tutti gli appuntamenti si terranno nel pomeriggio, alle 16.30.

Il programma di Vivo Verde:

Martedì 27 luglio, Les Maisons de Judith – Val Ferret, 1623 mt
Max Casacci, chitarrista e fondatore dei Subsonica, propone il concerto Eartphonia.
(appuntamento inizialmente in programma per martedì 13 luglio, rinviato a martedì 27 luglio causa maltempo)
Il mondo della musica si colora delle sfumature della natura più selvaggia. Max Casacci, cultore/studioso dei movimenti delle radici, orientati da suoni primordiali, impercettibili, ci guida all’ascolto di alcuni suoi brani, tra cui Roots Wide Web.

Sabato 31 Luglio, bosco del Peuterey – Val Veny
Matteo Fedeli, violinista
Il programma musicale che eseguirà Matteo Fedeli verrà interamente eseguito con un violino Pietro Guarneri del 1709, accompagnato alla tastiera da Antonio Scaioli. La missione del violinista è infatti portare la voce degli strumenti dei celebri liutai Amati, Stradivari e Guarneri. I brani eseguiti omaggeranno Astor Piazzolla, di cui quest’anno si celebrano i 100 anni dalla nascita. Continua la sinergia tra la bellezza della montagna e l’arte della musica.

Venerdì 6 Agosto, parco Abbé Henry
Mogol
Produttore discografico, scrittore italiano e autore di numerosissimi testi della musica leggera italiana, Mogol racconterà nel parco cittadino di Courmayeur aneddoti, ricordi e riflessioni sul panorama musicale italiano. Su tutto ovviamente spicca il sodalizio artistico con Lucio Battisti che ha dato vita ad alcune delle canzoni italiane più belle di sempre.

Sabato 21 Agosto, Skyway Monte Bianco, 3.466 mt
Massimiliano Finazzer Flory
A Vivo Verde non poteva mancare il “verde” di Beatrice, il colore della virtù divina: la speranza. In occasione del 700° anniversario dalla scomparsa di Dante Alighieri, i suoi canti approdano sul tetto d’Europa: Skyway Monte Bianco.
Reading teatrale di Massimiliano Finazzer Flory tratto dalla Divina Commedia con accompagnamento musicale al pianoforte con Adriano Bassi.

Per ulteriori informazioni: www.courmayeurmontblanc.it/it/eventi-top/vivo-verde

Leggi anche –> Viaggi nell’antica Roma, torna lo spettacolo multimediale al Foro di Augusto

Panorama di Courmayeur (Tiia Monto, CC BY-SA 3.0, Wikimedia Commons)