Giornate Nazionali del Cicloturismo: il turismo in bicicletta sempre più popolare

Giornate nazionali del Cicloturismo: il turismo in bicicletta è sempre più popolare. L’evento a Roma.

giornate nazionali cicloturismo
Giornate Nazionali del Cicloturismo (Adobe Stock)

Ecologico e salutare, il cicloturismo si sta affermando in Italia, con un numero crescente di appassionati. Nascono così itinerari delicati, pacchetti di viaggio su misura e tante offerte per il trasporto integrato delle bici sul treno, per i tragitti più lunghi.

Questo weekend del 19-20 giugno si tengono a Roma le Giornate Nazionali del Cicloturismo. Sono organizzate da Fiab, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, e ActiveItaly, rete di tour operator italiani specializzati nel turismo attivo e sostenibile. In questa tue giorni si svolgeranno iniziative e incontri per promuovere il turismo su due ruote. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Leggi anche –> Treno e bicicletta: sulle ciclovie con i regionali Trenitalia

Giornate Nazionali del Cicloturismo a Roma

Il cicloturismo è in forte crescita in Italia. Sempre più italiani salgono a bordo delle biciclette per scoprire le bellezze del nostro territorio, con il privilegio di poterle ammirare da una prospettiva diversa, con una vera immersione nel paesaggio e un andamento a misura d’uomo.

Nell’estate del 2020, a causa anche della pandemia che ha scoraggiato i viaggi verso mete lontane e su mezzi pubblici affollati, sono stati ben 5 milioni i cicloturisti italiani che hanno attraversato i luoghi più belli della nostra Penisola, con un giro d’affari compreso tra i 5 e i 7 miliardi di euro. Era arrivato il momento di dedicare loro un evento importante.

Sabato 19 e domenica 20 giugno, dunque, si svolgono per la prima volta in Italia, a Roma, le Giornate Nazionali del Cicloturismo. L’obiettivo è quello di intercettare la domanda di turismo in bicicletta e promuoverla con percorsi e servizi dedicati.

Con le due giornate dedicate si vogliono far conoscere meglio le bellezze, i sapori e i colori dei territori italiani, a cominciare da quelli più vicini: gli itinerari fuori porta, i parchi regionali, le riserve naturali e le oasi, le piste ciclabili, le cascine dietro casa con i prodotti a km 0, le ciclovie di qualità lungo le ferrovie dismesse o lungo i corsi d’acqua.

Un patrimonio naturale completato da uno storico e culturale, fatto di ville, castelli, borghi, monumenti storici e chiese antiche. Itinerari per una vacanza completa, all’insegna dello sport e della sostenibilità, alla scoperta del paesaggio italiano e delle sue ricchezze. Una vacanza adatta a tutti e alle persone di tutte le età, con diversi livelli di impegno.

Accanto alla scoperta del territorio non può mancare la visita alle botteghe artigiane, la sosta nelle trattorie e osterie tipiche, nelle cantine e nelle aziende agrituristiche, dove gustare le specialità enogastronomiche locali.

Per ulteriori informazioni: fiabitalia.it/eventi/giornate-nazionali-del-cicloturismo-19-20-giugno-2021

Un settore in espansione che ha bisogno di attenzione

“Molte persone, nell’ultimo anno, hanno scoperto la bicicletta quale mezzo di trasporto sicuro negli spostamenti quotidiani”, ha spiegato Alessandro Tursi, presidente di Fiab, “e sono oggi pronte a trascorrere le vacanze sulle due ruote, incoraggiati anche dalla crescente popolarità delle biciclette elettriche a pedalata assistita, che allargano la platea dei cicloturisti”.

“Il cicloturismo è un mercato in continua espansione”, ha aggiunto Monica Price, presidente di ActiveItaly, “che muove già centinaia di milioni di euro in Italia, anche se molti dei tour operator della nostra rete hanno lavorato fino ad oggi quasi esclusivamente con gli stranieri. Ma la crisi del Covid ci ha portato a guardare con più attenzione al mercato interno, che è pronto e desideroso di scoprire questa nuova modalità di turismo”.

Leggi anche –> Cicloturismo: i luoghi più belli in Italia da attraversare in bicicletta

Escursione in bicicletta (Adobe Stock)