Coronavirus, Austria riapre tutto: si torna in palestra, al ristorante e ai concerti

Tra pochi giorni, l’Austria muove i primi passi verso la normalità e riapre ristoranti, piscine, eventi e mostre.

L'Austria è pronta a riaprire
L’Austria riapre bar, ristoranti e palestre – Pixabay

Mentre la variante indiana del Coronavirus fa paura, c’è chi pensa al futuro e lo vede illuminato dal sole. Come sta succedendo in Austria che, dal 19 maggio, ha deciso di riaprire tutto. Ad annunciarlo è stato il cancelliere Sebastian Kurz, come riporta La Stampa, e ha ribadito che, a suo parere, si tornerà alla normalità entro l’estate.

Una buona notizia insomma che ci fa sperare che la lotta al Covid-19 stia lentamente, ma inesorabilmente volgendo al termine e che si chiuda con una vittoria dell’uomo, grazie ai vaccini.

Cosa si potrà fare in Austria dal 19 maggio?

L’Austria riapre. La data prescelta è quella del 19 maggio e i settori che potranno ripartire quasi a pieno regime sono il turismo, lo sport, la gastronomia e la cultura. Tutto questo ovviamente però sempre rispettando le regole e le indicazioni di sicurezza per evitare il contagio da Coronavirus. Si continuerà ad usare la mascherina quindi, a mantenere le distanze, ma in Austria lo si farà con una vita pseudo normale che riprende lentamente.

Il Green Pass per i vaccinati e i tamponati

La decisione di riaprire l’Austria, quindi di far tornare quanto più possibile la situazione alla normalità è legata ai numeri del vaccino, molto elevati, e all’entrata in vigore del green pass. Si tratta di una specie di lasciapassare conferito a chi è già vaccinato o a chi si è sottoposto da poco ad un tampone. Con questo pass si possono compiere tutte le attività che si vuole. Dal ristorante – dove all’interno ci si siede in massimo 4 mentre all’esterno in massimo 10 – al ritorno in palestra con uno spazio personale di 20 metri quadrati. In Austria però non finisce qui. Dal 19 maggio, lentamente e con cautela, si ricomincia anche con gli eventi all’aperto con massimo 3000 persone e al chiuso con massimo 1500 persone.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da visitaustria (@visitaustria)

 

L’Austria si aggiunge così alla lista di paesi in cui, come UK e Israele, si fanno le prime prove di ritorno alla normalità. La lotta e la lunga battaglia contro il Covid19 ancora non è terminata, lo sappiamo, ma questi assaggi di ritorno alla vita normale ci riempiono il cuore di speranza.