Spostamenti fra regioni solo con il green pass: come funziona

Il Governo ha deciso per il Green Pass: un certificato che consentirà di muoversi fra regioni arancioni o rosse. Sarà rilasciato dai medici

viaggi coronavirus
Per spostarsi fra regioni arancioni o rosse servirà il Green pass

Una delle novità contenute nel prossimo Decreto è che ci si potrà muovere anche fra regioni rosse e arancioni, ma per farlo servirà uno speciale Pass. In vista della nuove aperture (calendarizzate fino a luglio, si parte dal 26 aprile) si disciplina anche uno degli aspetti più importanti: quello degli spostamenti fra regioni.

Anche nella nuova fase di aperture l’Italia manterrà comunque il sistema a colori, così dove la situazione dovesse aggravarsi si tornerebbe immediatamente alle misure restrittive previste dall’arancione e dal rosso. Ma gli spostamenti fra regioni non saranno negati tout court, come avviene adesso, o limitati a motivi urgenti da scrivere sull’autocertificazione. Ci sarà il green Pass, il certificato verde, che consentirà gli spostamenti.

Come funziona il Green Pass per lo spostamento fra regioni

Dopo un anno dunque l’autocertificazione va in pensione: non sarà più necessaria per spostarsi fra regioni perché cambia il concetto alla base: non è importante cosa si vada a fare in un’altra regione, ma è importante se si è immuni o negativi al covid. Un cambio concettuale e di conseguenza pratico possibile solo oggi con la campagna vaccinale avviata.

Dunque da lunedì 26 aprile per spostarsi fra regioni arancioni e rosse bisognerà avere con sé il Green Pass.

Il Green Pass sarà di tre tipi

  • per i vaccinati (ossia coloro che hanno completato il ciclo vaccinale, anche all’estero ma esclusivamente con sieri approvati dall’EMA ossia Pfizer, Moderna, Astrazeneca e Johnson&Johnson)
    Il Certificato in formato digitale o cartaceo sarà rilasciato dalla struttura sanitaria dove è avvenuta alla vaccinazione.
    Avrà una validità di 6 mesi.
  • per chi ha avuto il covid (tramite la conta anticorpale)
    Il Green Pass verrà rilasciato o dall’ospedale dove si è stati ricoverati per Covid o dai medici di base.
    Avrà validità di 6 mesi
  • per chi è negativo (tramite tampone molecolare o test antigenico)
    Verrà rilasciato da tutte quelle strutture pubbliche o private accreditate, farmacie incluse, che effettuano i tamponi o i test.
    Avrà una validità di 48 ore.

Il Green Pass dunque sarà nient’altro che un certificato, simile al Passaporto Sanitario Europeo che dovrebbe entrare in vigore il 15 giugno. Il Green Pass Italiano sarà indispensabile per muoversi fra le zone arancioni e rosse in Italia. Ci saranno controlli serrati non solo alle stazioni, ma anche posti di blocco per le auto e per chi viaggerà senza certificato sono previste pene severe.

Previous articleSpiagge solitarie, belle e low cost per l’estate 2021
Next articleMeteo weekend 25 aprile: arriva la primavera?
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.