Pupo, la confessione choc: la tremenda malattia trasmessa dal padre

Il celebre Pupo ha lasciato tutti i telespettatori a bocca spalancata. Scopriamo insieme la sua scioccante confessione.

Il celebre cantautore Pupo ha lasciato qualche tempo fa tutti i telespettatori a bocca spalancata. L’uomo si è raccontato di fronte alle telecamere di Verissimo, raccontando dettagli sulla sua vita privata che hanno decisamente sorpreso il pubblico. Alcune confessioni riguardanti la propria famiglia e il rapporto con i genitori hanno lasciato il segno nella mente dei fan. Scopriamo insieme di che cosa si tratta e quali sono state le sue dichiarazioni.

Leggi anche->Valentina Ghinazzi, chi è la figlia di Pupo avuta dal rapporto con una fan

“Io sono innamorato della gente, ambisco al benessere generale. Non potrei essere diverso da quello che sono, non sono un bravo attorie, non so recitare: so solo fare la parte di me stesso.” ha esordito Enzo Ghinazzi di fronte alle telecamere. L’uomo, pronto più che mai a raccontarsi, ha lasciato cadere ogni velo durante l’intervista. “Ho preso molto da mio padre, che era pieno di risorse, un intrattenitore, ma anche molto triste, lugubre, come è il gioco d’azzardo. E mi ha passato questa malattia“.

Leggi anche->Pupo ha tre figlie: chi sono e cosa fanno Ilaria, Valentina e Clara

Pupo ha dunque parlato a cuore aperto della sua ludopatia, raccontando che fu proprio l’amato padre a trasmettergliela. “Io ho cominciato a 13/14 anni giocando a poker nelle bische clandestine.” ha dichiarato il cantautore. Poi ha continuato, riferendosi al padre: “Lui era un protagonista in quelle bische, mi vedeva, lo sapeva, ma non era in grado di aiutarmi”. La vittima dell’intera situazione, secondo il parere del cantante, fu la mamma. “Mia madre era la vittima di questa situazione: ora non sta bene, ma forse ci amiamo anche più di prima”. Enzo ha in seguito raccontato il suo periodo più nero, e il modo in cui l’ha superato.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Pupo, intervista a cuore aperto: “L’amore è declinabile in tanti modi”

Durante l’intervista per Verissimo, Pupo ha avuto tempo anche per parlare di sentimenti e amore. “Sotto il profilo sentimentale non ho mai avuto paletti, remore, filtri.” ha raccontato il cantautore. “Mi è capitato di avere un innamoramento, senza riscontro sessuale, per un uomo: Riccardo, per il quale scrissi Volano“. Infine ha concluso: “L’amore è declinabile in tanti modi, ma lì capii che non potevano esserci differenze”.