Canale di Suez, la misteriosa manovra della portacontainer diverte tutti

I tracciati gps hanno rivelato la buffa traiettoria percorsa dalla portacontainer Ever Given prima di entrare nel Canale di Suez.

Le ultime vicende provenienti dal Canale di Suez stanno facendo discutere il mondo intero. La portacontainer Ever Given si è incagliata martedì, impedendo così alle altre navi di transitare. I collegamenti marittimi tra Asia ed Europa sono attualmente interrotti fino a data ancora da destinarsi. Nel frattempo i tracciati gps hanno rivelato la traiettoria percorsa dal cargo prima del suo ingresso nel Canale. Leggiamo insieme di che cosa si tratta.

Leggi anche->Che succede nel Canale di Suez e quali conseguenze potrebbe avere

Il colosso Ever Given, lungo ben 400 metri e largo quasi 60, è oramai incagliato da quattro giorni nel Canale e lo ha ostruito completamente, impedendo il passaggio alle altre navi. Intanto sul web sono stati resi noti i tracciati gps, e la traiettoria percorsa dal gigantesco colosso ha lasciato tutti letteralmente di sasso. Prima di ricevere il via libera per varcare le soglie dello stretto, la portacontainer è rimasta in sosta per un po’ nelle acque egiziane. Lì ha tracciato un disegno davvero particolare.

Leggi anche->Canale di Suez bloccato, una nave da carico si arena

Durante il tempo di attesa necessario a ricevere il via libera, la Ever Given ha tracciato quella che sembra proprio la forma di un pene. Lo si può osservare bene nel video pubblicato da Vessel Finder sul social Twitter, ente specializzato nella registrazione delle tracce gps delle navi. Il mondo intero è rimasto colpito da quella che sembrerebbe a tutti gli effetti una goliardata. Potrebbe trattarsi semplicemente di una coincidenza involontaria, fatto sta che la rotta percorsa dalla colossale nave cargo rimarrà senza dubbio nella storia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Canale di Suez, la traiettoria tracciata dalla Ever Given lascia tutti di sasso

La gigantesca Ever Given, incagliata da oramai 4 giorni all’interno del Canale di Suez, è rimasta per un po’ in attesa del via libera prima di accedere allo stretto. Durante la sosta nelle acque egiziane, i tracciati gps hanno rivelato una traiettoria davvero ambigua. La forma evidenziata nel disegno è inequivocabilmente quella di un pene. Il fatto ha divertito il mondo intero, che continua domandarsi se si sia trattato di una goliardata volontaria o soltanto di una pura e semplice coincidenza.

Screenshot