Buco nero, la FOTO diretta del suo campo magnetico: “Straordinario”

Gli scienziati che nel 2019 realizzarono la prima foto in assoluto di un buco nero ora centrano un altro incredibile traguardo.

Buco nero la foto del suo campo magnetico
Buco nero la foto del suo campo magnetico Foto dal web

Buco nero, a due anni di distanza dalla foto di un corpo celeste, dopo che per un secolo lo stesso era stato solo teorizzato, ora arriva anche l’immagine di quello che è il suo campo magnetico. Visibile dalle striature evidenti nell’immagine soprastante. Il tutto è avvenuto osservando sempre lo stesso oggetto dello spazio profondo, M87, che si trova nella galassia omonima situata a 55 milioni di anni luce dalla nostra Via Lattea.

Leggi anche –> Onde gravitazionali captate da oggetto misterioso | c’entra un black hole

Autori di questo sensazionale traguardo sono stati gli scienziati del consorzio Event Horizon Telescope (Eht), che pure realizzarono quel celebre scatto del buco nero. Lo studio ha trovato anche pubblicazione sulla autorevole rivista specializzata di settire ‘Astrophysical Journal Letters’.

E si registra anche l’importante partecipazione di Inaf ed Infn, ovver l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Con questo scatto è possibile capire in che modo le particelle del buco nero vengano sparate oltre la sua galassia.

Sono serviti otto telescopi posizionati in altrettante parti diverse del mondo per creare una sorta di maxilente grande quanto tutta la Terra. L’Event Horizon Telescope, appunto. E sono servite anche le 66 antenne del radiotelescopio Alma (Atacama large millimeter/submillimeter array) dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) installate in Cile, nel deserto di Atacama.

Leggi anche –> Black hole scoperto uno a due passi dalla Terra: “Impossibile per le leggi fisiche”

Buco nero, la fotografia del suo campo magnetico è un traguardo sensazionale

Con la nuova immagine è stato possibile rendere più chiaro ciò che è visibile nella regione che circonda il buco nero, tramite la luce che fuoriesce dal buco nero. E che, non venendo risucchiata, fornisce per l’appunto un qualcosa che i nostri occhi riescono a percepire.

Perché un buco nero è per il resto totalmente non rilevabile nello spettro del visibile, dal momento che la sua forza inimmaginabile riesce a catturare persino la luce. Sappiamo che questi oggetti esistono però per via degli effetti che creano nello spazio circostante, a cominciare dalla forza di gravità che esercitano sui corpi celesti vicini.

Con questo nuovo scatto si ha a disposizione ora del materiale che fa vedere la luce fuoriuscita polarizzata. Basti pensare che questo risultato viene descritto come il passo più vicino compiuto verso l’orizzonte degli eventi.

Leggi anche –> Che cos’è un buco nero e perché Einstein aveva ragione – FOTO

Cos’è l’orizzonte degli eventi di un buco nero

Da Wikipedia leggiamo le definizioni di orizzonte degli eventi. “Se per “evento” si intende un fenomeno (particolare stato della realtà fisica osservabile), identificato dalle quattro coordinate spazio-temporali, un “orizzonte degli eventi” può essere definito come una regione dello spazio-tempo oltre la quale cessa di essere possibile osservare il fenomeno.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

“Nel caso dei buchi neri di Schwarzschild, l’orizzonte degli eventi è una superficie sferica che circonda una singolarità posta al centro della sfera. Quest’ultima è un punto nel quale la densità sarebbe infinita e le leggi della fisica, secondo la teoria della relatività generale, perdono significato”.