Barbara D’Urso, parole pesanti in diretta contro una mamma: “Disgraziata”

Da Barbara D’Urso giunge un attacco molto pesante rivolto ad una persona. Il tutto avviene in live durante il suo programma ‘Pomeriggio 5’.

Barbara D'Urso
Barbara D’Urso Foto dal web

Barbara D’Urso, andando contro ogni schema consueto, perde le staffe e si scaglia contro una donna. Il tutto avviene in diretta televisiva, durante la puntata odierna del suo ‘Pomeriggio 5’. La conduttrice di Mediaset parla della vicenda che riguarda i due genitori accusati di avere somministrato del metadone e della cocaina al loro figlioletto di soli 40 giorni. E prorompe in una filippica contro la mamma del piccino.

Leggi anche –> Neonato ricoverato, ha 5 giorni e ustioni tremende: genitori arrestati

“Quella donna è una disgraziata, mi prendo la più totale responsabilità di quello che dico”. Attualmente il neonato versa ricoverato in gravi condizioni all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Invece il padre è in carcere a Poggioreale, mentre la mamma è sottoposta a ricovero in una struttura psichiatrica del capoluogo campano.

Solo per questo motivo è riuscita ad evitare il carcere. I due hanno rispettivamente 46 e 36 anni e devono rispondere delle accuse di abbandono di minori e maltrattamenti con lesioni gravissime.

Con anche due ulteriori fattori a rendere più difficile la posizione di entrambi i genitori. Infatti l’età così esigua della vittima ed il rapporto diretto di parentela non possono che fare da aggravanti.

Leggi anche –> Metadone alla figlia, ha solo 40 giorni: giovane madre indagata

Barbara D’Urso, durissimo attacco: “Le avevano già tolto altri due figli”

E Barbara D’Urso aggiunge di essersi informata su questa vicenda, dicendo di avere letto tutte le ipotesi al vaglio degli investigatori. Il neonato ha delle lesioni tremende su tutto il suo corpicino, come la conduttrice di Canale 5 ribadisce.

Leggi anche –> Orrenda morte di un neonato: schiacciato dai genitori ubriachi

“Ma come si fa a consentire ad una donna come questa di fare altri figli, dopo che in passato già a lei ed al marito gliene avevano tolti due?”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Gli stessi medici del Santobono non hanno capito se le ustioni che affliggono il bimbo siano da imputare ad un contatto con dell’acqua bollente oppure all’applicazione indebita di sostanze nocive. Per ora non si può procedere con alcun intervento chirurgico in quanto c’è la necessità di stabilizzare il neonato, come confermano gli stessi dottori.

Foto screenshot