Salvatore Antibo, l’ex atleta azzurro è grave in terapia intensiva

Paura per il mezzofondista Salvatore Antibo, l’ex atleta azzurro è grave in terapia intensiva: da trent’anni lotta contro l’epilessia.

(screenshot video)

Sta disputando la gara più difficile, quella per la sua vita, Salvatore Antibo, l’ex atleta azzurro che si trova ricoverato in terapia intensiva all’ospedale civico di Palermo. L’ex doppio campione europeo a Spalato e medaglia d’argento olimpica a Seul 1988 da tempo sta combattendo contro una malattia molto grave e altrettanto rara.

Leggi anche –> Il dramma dell’ex atleta Antibo: combatte contro una gravissima malattia

In queste ore si trova intubato e in un reparto di rianimazione a causa di una embolia polmonare, legata a un improvviso aggravarsi delle sue condizioni di salute. La prognosi è riservata. La notizia delle gravi condizioni di Antibo è riferita sui social dal sindaco di Altofonte, Angela De Luca, che ha dato un aggiornamento che ha scioccato i fan dell’atletica leggera e dell’ex primatista italiano sui 5mila metri e sulla doppia distanza.

Leggi anche –> Anticorpi monoclonali, che cosa sono: le ultime scoperte, l’arma per sconfiggere il Covid

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Grave Salvatore Antibo: come sta l’ex atleta azzurro

Scrive infatti la De Luca: “Ho appreso che il nostro campione Salvatore Antibo si trova ricoverato in terapia intensiva a causa di un’embolia polmonare. La situazione è molto critica. Siamo tutti vicini alla famiglia in quest’altra prova. Forza Totò!”. I primi segnali della malattia di Totò Antibo si svilupparono quando ancora gareggiava. Poi ai mondiali di Tokyo 1991, la situazione degenerò mentre era in testa: “Non ricordo nulla. Non ho mai voluto rivederla quella gara. Negli spogliatoi non capivo, pensavo si dovesse ancora gareggiare”.

Dopo quella gara venne emessa la sentenza: il campione soffriva di epilessia. Oggi sta lottando per la sua vita, sebbene il nipote Andrea abbia confermato che le cose stanno migliorando in queste ore: “Adesso sta meglio ma la situazione non è delle migliori. Risponde bene alle cure e mi ha detto di informarvi e di pregare per lui. Questa volta la gara è più difficile delle altre ma come sempre saprà rialzarsi e vincere”. Circa un mese fa, Totò Antibo era stato operato al Policlinico Mater Domini di Catanzaro: aveva subito un intervento neurologico, proprio per l’aggravarsi dei suoi attacchi epilettici.

Antibo