Vittorio Iacovacci, chi era il carabiniere ucciso in Congo: aveva solo 30 anni

Attentato contro l’ambasciatore Luca Attanasio: vittima anche Vittorio Iacovacci, chi era il carabiniere ucciso in Congo.

Vittorio Iacovacci

Si chiamava Vittorio Iacovacci il carabiniere di trent’anni ucciso oggi in Congo nell’attentato in cui è morto anche l’ambasciatore italiano nel Paese africano, Luca Attanasio. Il giovane militare italiano, classe 1990, era originario della provincia di Latina, in particolare di Sonnino, dove il sindaco Luciano De Angelis in queste ore gli ha già reso omaggio.

Leggi anche –> Luca Attanasio, ambasciatore in Congo, morto in attentato FOTO

Queste le parole del primo cittadino rivolte al giovane militare ucciso: “La comunità di Sonnino è sgomenta per questa giovane e tragica perdita. Proclameremo il lutto cittadino”. Vittorio Iacovacci viaggiava insieme all’ambasciatore su un convoglio della MONUSCO, missione Onu che si occupa della stabilizzazione del Paese del centro Africa.

Leggi anche –> Luca Attanasio, chi era l’ambasciatore ucciso in Congo: vita e carriera

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Vittorio Iacovacci, il carabiniere ucciso in Congo mentre compiva il suo dovere

Luca Attanasio ambasciatore ucciso

Il carabiniere ucciso – che aveva anche prestato servizio alla Folgore – era effettivo al 13/mo Reggimento Carabinieri ‘Friuli Venezia Giulia’ di stanza a Gorizia. Si tratta dunque di un’altra vittima di terrorismo in terra straniera. Grande il dolore e il cordoglio per la morte del loro commilitone viene espresso da altri carabinieri in queste ore, mentre non vi sono dichiarazioni ufficiali da parte del suo reggimento. Da quanto trapela, sono davvero tutti molto scossi per quanto è avvenuto nelle scorse ore in Congo.

I messaggi in queste ore sono di vicinanza e solidarietà alla famiglia di questo giovane carabiniere, ucciso mentre compiva il suo dovere. Il sindaco di Sonnino nel suo messaggio ha evidenziato proprio questo: “Era andato a portare la pace ed è stato ucciso, ci stringiamo attorno alla famiglia”. Sgomento anche tra i concittadini del carabiniere ucciso nelle scorse ore. In tanti vogliono che si faccia chiarezza immediata sull’attentato all’ambasciatore italiano.

Luca Attanasio ambasciatore ucciso