Luca Attanasio, chi era l’ambasciatore ucciso in Congo: vita e carriera

Attentato Luca Attanasio ambasciatore ucciso. Il nostro connazionale che ha perso la vita in un attentato vantava un percorso illustre.

Luca Attanasio ambasciatore ucciso
Luca Attanasio ambasciatore ucciso Foto dal web

Luca Attanasio, l’ambasciatore ucciso in Repubblica Democratica del Congo, è morto nel corso di un attentato terroristico avvenuto a Goma. Si tratta di un funzionario che da molto tempo lavorava per conto dell’Onu. Lui era originario della località di Saronno, in provincia di Varese. Lì era nato il 23 maggio 1977. Il 43enne era sposato con una cittadina africana, Zakia Seddiki, che le aveva dato tre figlie.

Leggi anche –> Attanasio, ambasciatore in Congo, morto in attentato FOTO

La donna è attualmente presidente della Ong chiamata ‘Mama Sofia’ e che dal 2017 opera a Kinshasa, proprio nella Repubblica Democratica del Congo, cercando di aiutare i bambini in difficoltà. Il Congo è uno degli Stati più poveri del mondo. Per quanto riguarda Luca Attanasio, il nostro ambasciatore tragicamente scomparso a seguito dell’attentato che lo ha coinvolto poteva fregiarsi di una laurea in Economia Aziendale. Il titolo di studio gli era stato rilasciato dalla prestigiosa Università Bocconi di Milano. Nel 2001 il diplomatico è entrato nel corpo diplomatico italiano, ottenendo poi una nomina a Segretario di Legazione in prova due anni dopo. Il lavoro al Ministero degli Esteri gli comporta la carica di direttore per Affari Economici prima ed Ufficio Sostegno alle Imprese poi.

Leggi anche –> Lino Patruno, chi è il musicista: le accuse, sa chi ha ucciso Luigi Tenco

Luca Attanasio, la carriera dell’ambasciatore ucciso: era un diplomatico coi fiocchi

In seguito Attanasio fa sua anche la nomina a segretario alla Direzione Generale per l’Africa. Seguono vari altri incarichi che lo porteranno a lavorare in Svizzera dal 2006 al 2010 (come capo dell’Ufficio Economico e Commerciale presso l’Ambasciata d’Italia a Berna) e Marocco dal 2010 al 2013. Qui in qualità di Console generale reggente a Casablanca. Prima di queste due importanti esperienze, nel 2004 Luca Attanasio era stato vice capo segreteria del sottosegretario di stato con delega per l’Africa e la cooperazione internazionale.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Andrea Cossu, come sta l’ex calciatore dopo il terribile incidente

Infine nel 2013 ecco il suo rientro in patria, per diventare Capo Segreteria della direzione generale per la mondializzazione e gli affari globali. Ma già va all’estero due anni dopo, per essere dapprima Primo Consigliere presso l’Ambasciata d’Italia in Abuja, Nigeria, nel 2015 e poi Capo Missione a Kinshasa a partire dal 2017. Si trovava in Repubblica Democratica del Congo proprio da allora, dove nel frattempo era divenuto ambasciatore straordinario plenipotenziario.