Luisa Ranieri, chi sono le figlie Emma e Bianca Zingaretti: una famiglia felice

Dato il successo di Luisa Ranieri nel mondo dello spettacolo, la donna è una madre in carriera a tutti gli effetti. Scopriamo di più.

Una vita vissuta tra carriera e figli. Neanche per lei è stato semplice trovare un equilibrio, ma non avrebbe mai rinunciato alla recitazione.

Quest’ultima è un’ottimo modo per ricaricarsi e dedicarsi a quella che è sempre stata la sua più grande passione. Scopriamo di più sulla storia della sua gravidanza e chi sono le sue figlie.

Luisa Ranieri: ecco tutto quello che c’è da sapere sulle sue figlie

Dopo la nascita delle sue figlie, l’attrice si dice un po’ cambiata. Sicuramente è diventata “più centrata”, ma non severa. “Sono la parte normativa della famiglia. Però sono anche tattile: bacio, abbraccio, coccolo. E e sono fuori a lungo, io e Luca ci scambiamo i ruoli”, aveva detto durante un’intervista.

Leggi anche -> Luisa Ranieri, la decisione di diventare suora: poi è successo qualcosa

Il suo amore con Zingaretti è nato nel 2005. Da quel momento i due non si sono più lasciati, diventando una delle coppie più celebri e amate dal pubblico.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nonostante le difficoltà e i molti impegni, l’attrice è riuscita a destreggiarsi e a passare molto tempo con le figlie Emma e Bianca. “Anche per me non è affatto facile conciliare il lavoro con il ruolo di mamma. Faccio molta fatica a lasciare le mie bambine per andare sul set. Però amo troppo il mio mestiere”, ha raccontato.

Leggi anche -> Luisa Ranieri, doppio lutto: a 24 anni morto il padre, poi perso anche il patrigno

Sulla sua vita privata non si hanno molte notizie perché l’attrice e il marito sono molto riservati. Non mancano però alcuni racconti che fanno intendere la serenità familiare. In passato la famiglia è anche stata paparazzata mentre si concedeva delle tranquille passeggiate o dei pranzi all’insegna dell’allegria. Nonostante passino gli anni, la Ranieri e Zingaretti sembrano sempre più affiatati.