Zona arancione, le Regioni chiedono tutte lo stesso colore: il motivo

Presto potrebbe vigere la zona arancione in tutte e venti le regioni d’Italia. E questo come conseguenza di una precisa richiesta dei governatori.

zona arancione Italia Regioni
Ipotesi zona arancione totale in Italia Foto dal web

Zona arancione univoca in tutta Italia. È la richiesta che arriva dalle Regioni per fare fronte al divieto che impone l’attraversamento dei vari confini tra le stesse. E che scadrà il prossimo 25 febbraio. Senza alcun intervento, sarà possibile lasciare la propria regione di residenza o di domicilio, con tutte le difficoltà e le complicazioni in ottica pandemia che la cosa comporta.

Leggi anche –> Claudio Bisio: il conduttore e comico positivo

Ma entro tale data si attende una comunicazione ufficiale da parte dei ministri della Salute e degli Affari Regionali, Roberto Speranza e Mariastella Gelmini. L’istituzione di una zona arancione totale imporrebbe su tutto il territorio nazionale le stesse norme e restrizioni da rispettare, senza alcuna differenza dalle diverse aree. E terrebbe sotto controllo la mobilità, che è il vettore principale attraverso il quale il virus si diffonde. Adesso anche con le sue diverse varianti. Ce ne sono diverse accertate su suolo italiano, tra quelle inglese, sudafricana, brasiliana e nigeriana. Già due sere fa Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia-Romagna e presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome, aveva richiesto di accomunare tutto il Paese in un’unica classificazione di rischio.

Leggi anche –> Il vaccino fa effetto: calo di contagi tra over 80

Zona arancione, la quasi totalità dei governatori è favorevole

Attuare la zona arancione per qualche settimana ridurrebbe i disguidi legati ai frequenti cambi di catalogazione del pericolo e le aperture e chiusure che si susseguono da tempo. “È una situazione che penalizza i cittadini e le attività commerciali”, aveva esclamato Bonaccini a ‘PiazzaPulita’ su La7. Riscontrando il favore di quasi tutti i suoi colleghi che governano le altre regioni. La situazione dei contagi è in progressivo peggioramento in diverse regioni.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Colori Regioni: come cambiano dalla prossima settimana

Sono passate all’arancione l’Emilia-Romagna, il Molise e la Campania. Che si uniscono ad Abruzzo, Toscana, Liguria ed Umbria (dove però Perugia è zona rossa locale, n.d.r.).  In generale ora la media dell’indice di contagio Rt sfiora il valore critico di 1. Proprio da 1 e fino a Rt 1,24 permane lo status arancione. Poi ci sono regioni in giallo che destano grande preoccupazione, come Lombardia e Lazio, dove permangono gli assembramenti.