Alessia Bonari, chi è l’infermiera: età, foto, vita privata

Alessia Bonari è diventata la persona simbolo della guerra al Covid dopo aver postato su Instagram un suo indimenticabile scatto. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lei. 

La conferma ufficiale non è ancora arrivata, ma quasi sicuramente ci sarà anche Alessia Bonari, l’infermiera simbolo della lotta al Covid, sul palco del teatro Ariston di Sanremo per il prossimo Festival (in onda dal 2 al 6 marzo). Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lei.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Alessia Bonari

Alessia Bonari, 24 anni (è nata il 12 novembre 1996) e originaria di Grosseto, è una giovane infermiera diventata la persona simbolo della guerra al Covid dopo aver postato su Instagram, il 9 marzo 2020, un suo scatto che la ritraeva con i lividi dovuti alla maschera protettiva durante un massacrante turno in un ospedale milanese. La abbiamo vista sul red carpet del Festival del Cinema di Venezia 2020, dove è andata a ricevere il premio di “personaggio dell’anno”, su giornali, tivvù e perfino ospite dello stilista Salvatore Ferragamo alla Milano Fashion Week settembre 2020.

Leggi anche –> Coronavirus, l’appello dell’infermiera Alessia: “Faccio la mia parte, voi fate la vostra”

“Sono un’infermiera e in questo momento mi trovo ad affrontare questa emergenza sanitaria – scriveva Alessia Bonari nella didascalia del messaggio che sarebbe poi stato condiviso in tutto il mondo -. Ho paura anche io, ma non di andare a fare la spesa, ho paura di andare al lavoro. Ho paura perché la mascherina potrebbe non aderire bene al viso, o potrei essermi toccata accidentalmente con i guanti sporchi, o magari le lenti non mi coprono del tutto gli occhi e qualcosa potrebbe essere passato”.

E ancora: “Sono stanca ma fisicamente perché i dispositivi di protezione fanno male, il camice fa sudare e una volta vestita non posso andare in bagno o bere per sei ore. Sono stanca psicologicamente, e come me lo sono tutti i miei colleghi che da settimane si trovano nella mia stessa condizione, ma questo non ci impedirà di svolgere il nostro lavoro come abbiamo sempre fatto. Continuerò a curare e prendermi cura dei miei pazienti, perché sono fiera e innamorata del mio lavoro”.

“Quello che chiedo a chiunque stia leggendo questo post – concludeva Alessia Bonari – è di non vanificare lo sforzo che stiamo facendo, di essere altruisti, di stare in casa e così proteggere chi è più fragile. Noi giovani non siamo immuni al coronavirus, anche noi ci possiamo ammalare. Non mi posso permettere il lusso di tornarmene a casa mia in quarantena, devo andare a lavoro a fare la mia parte. Voi fate la vostra, ve lo chiedo per favore”. Parole che restano di drammatica attualità.

Leggi anche –> Claudia Alivernini, chi è l’infermiera che invita tutti a vaccinarsi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessia Bonari (@alessiabonari_)