Mamma ho riperso l’aereo, mi sono smarrito a New York: la polemica per la scena con Trump

Polemiche a non finire per il cameo di Donald Trump nello storico sequel di “Mamma ho perso l’aereo”. Il pubblico chiede di cancellare la scena.

Nessuno vuole più Donald Trump. L’ex presidente degli Stati Uniti, dopo essere stato bannato da Twitter, Facebook e più o meno qualsiasi altra piattaforma abbia provato ad usare, ora nemmeno il mondo del cinema vuole più vedere la sua chioma bionda. Forse non tutti sanno o non tutti si sono accorti, del cameo di Trump nella saga di “Mamma ho perso l’aereo“, in particolare nel secondo film della serie “Mamma ho riperso l’aereo – Mi sono smarrito a New York“. Il pubblico del web ora sta chiedendo a gran voce di rimuovere la scenasostituirlo, come già accaduto per Kevin Spacey dopo lo scandalo delle molestie sessuali.

Nemmeno sette secondi per Donald Trump

Sono bastati i sette secondi di presenza sul grande schermo di Donald Trump per far infuriare il web e chiedere di non vedere mai più quella scena. Nel secondo episodio della saga natalizia iconica degli anni 90, “Mamma ho riperso l’aereo“, infatti, l’ex Presidente degli Stati Uniti, all’epoca proprietario del lussuosissimo Hotel Plaza, ha fatto un piccolo cameo in una scena del film. Il protagonista Kevin, entrato in Hotel e rimasto folgorato dalla bellezza e dal lusso, chiede proprio a Donald dove si trovasse la portineria.

Leggi anche–> L’arma segreta di Donald Trump per “ipnotizzare” chi gli sta intorno

In fondo al corriodio a sinistra”, con questa frase si esaurisce la presenza cinematografica di Donald Trump. Ma questo è bastato per far infuriare il web, che ora sta cercando di far riuovere la scena o di far sostituire Trump con un altro attore, digitalmente. La proposta arriva da Twittter e sta riscuotendo ampissimi consensi da parte degli utenti, soprattutto americani, che non vogliono più vedere la faccia di Trump, nemmeno per sbaglio e nemmeno per sette secondi.

Leggi anche–> Parler, anche Amazon rimuove la app ‘covo’ di suprematisti pro Trump

“Questo è il momento che stavo aspettando. Non vedo l’ora che venga rimosso il nome di Trump da ogni edificio. Che venga abbattuta la sua eredità e tutto ciò che lui rappresenta, come gli antichi Egizi fecero con Akhenaton.” – scrive qualcuno in un tweet che è stato repostato migliaia di volte. E’ la Disney a detenere i diritti dell’opera e bisogna aspettare di capire cosa ha intenzione di fare il colosso dell’animazione mondiale.

Trump Biden codici nucleari