L’arma segreta di Donald Trump per “ipnotizzare” chi gli sta intorno

Lisa Morgan, autrice del libro “Comply with me”, spiega come Donald Trump ha usato l’arte dell’ipnosi per arrivare al potere.

Donald Trump

“Sei mai stato ipnotizzato senza saperlo? Se pensi di no, questo libro potrebbe farti cambiare idea”. Inizia così il libro “Comply with me” di Lisa Morgan, che nel passare degli anni ha studiato a fondo il comportamento dell’ex-Presidente degli Stati Uniti. L’autrice si proclama non solo come un’esperta di ipnotismo, ma anche una praticante ed insegnante di quest’arte. Morgan ha identificato sin da subito l’arma più potente di Trump: la sua stretta di mano, che secondo la donna è una delle tecniche più conosciute e più efficaci di ipnosi.

Leggi anche -> Donald Trump, la nuova teoria sul software che ruba voti: il suo tweet

“Ricordate quelle strane strette di mano date a politici come Theresa May, e persino alla Regina? Questo fa cadere le persone in una breve trance. Consiste in un piccolo strattone e gli fa abbassare la guardia” spiega l’esperta al Mirror. “La loro mente rimane vuota e in quel momento Trump sussurra la sua idea ipnotica”.

La tecnica di Trump verrebbe usata anche con i suoi sostenitori

Secondo Lisa Morgan, Trump avrebbe provato questa tecnica anche con il governatore del Sud Dakota, provando a dargli l’idea di aggiungere il suo volto a quello dei presidenti americani sul Monte Rushmore. “L’ipnosi in questo caso ha fallito” ammette lei, “ma c’era il rischio che funzionasse alla perfezione”. Non sarebbero innocenti neanche i raduni organizzati da Trump con i suoi sostenitori: i congressi sarebbero organizzati in modo da seguire un ritmo ben preciso, quasi musicale, accompagnati da video dell’ex-Presidente davanti a situazioni di guerra o accanto a militari.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Lisa Morgan però non è la sola a sostenere l’idea che Trump sia particolarmente dotato nell’arte dell’ipnosi. Anche Charles Adams (scrittore, influencer e ovviamente maestro ipnotista) aveva parlato di temi simili in un’intervista a Reason nel 2016, prima delle elezioni che hanno portato Donald Trump al potere. “Molte delle cose che i giornali descrivevano come insulti o spacconate mi sono sembrate invece tecniche che avevo già notato in campi come quelli dell’ipnosi o della persuasione”.

Leggi anche -> Donald Trump e Melania, dopo la sconfitta politica c’è aria di divorzio

Ipnosi o no, la cosa certa è che Donad Trump dovrà lasciare il posto al suo collega Joe Biden (sempre che non riesca a persuaderlo a cambiare idea con una stretta di mano).

Donald Trump