Covid: la mascherina per fare sport al chiuso in sicurezza

Covid: la mascherina per fare sport al chiuso in sicurezza. L’iniziativa che viene dalla Francia.

covid mascherina sport
Mascherina, immagine di repertorio (Adobe Stock)

Purtroppo, da mesi le palestre sono chiuse in tutta Europa a causa dell’emergenza sanitaria dei contagi da Covid-19, che non consente di fare sport al chiuso in sicurezza.

Per ovviare a questo problema, arriva ora dalla Francia una mascherina speciale che consente di fare attività fisica al chiuso e che permetterà di riaprire le palestre. C’è grande attesa per il nuovo dispositivo di sicurezza. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Leggi anche –> Regioni rosse e arancioni e seconde case: le ultime regole

Covid: la mascherina per fare sport al chiuso in sicurezza

In Francia, la ministra dello Sport, Roxana Maracineanu, ex nuotatrice professionista vincitrice di una medaglia olimpica, ha annunciato l’introduzione di apposite mascherine protettive che consentiranno ai francesi di fare sport negli ambienti chiusi in sicurezza. In questo modo si potranno riaprire le palestre, che anche in Francia sono chiuse da ottobre.

La mascherina da sport avrà una omologazione speciale per l’attività fisica. Avrà una maggiore efficacia filtrante ma, allo stesso tempo, sarà abbastanza comoda e confortevole da essere indossata anche durante l’esercizio fisico, quando la frequenza e l’intensità della respirazione aumentano. Sarà contrassegnata da un marchio apposito, per consentire a chi la indossa di fare sport al chiuso.

Maracineanu ha spiegato che il ministero dello Sport sta lavorando con le autorità sanitarie francesi per mettere a punto queste mascherine da riservare agli sportivi. “Ci siamo dati due settimane di tempo per vedere se le misure adottate con il coprifuoco alle 18.00 e il blocco di certe attività avranno un impatto sulle cifre”, ha spiegato la ministra, che conta di avere a disposizione le mascherine sportive “entro un mese”.

Leggi anche –> Bloccati tutti i voli con il Brasile per la variante del coronavirus

Sabato 16 gennaio, è stato esteso su tutto il territorio francese il coprifuoco anticipato alle ore 18.00, che il 2 gennaio era stato introdotto in 25 dipartimenti. Un provvedimento difficile, come hanno ammesso gli stessi esponenti del governo, ma necessario a contenere i contagi da Covid-19, ancora elevati. Il coprifuoco nazionale dalle 18.00 resterà in vigore per almeno 15 giorni. Nel frattempo, l’introduzione della misura restrittiva nei 25 dipartimenti ha avuto un effetto positivo, riducendo i contagi giornalieri del 16%, come ha annunciato il ministro della Salute Olivier Véran. Per vedere gli effetti del coprifuoco anticipato a livello nazionale, invece, occorrerà aspettare ancora un po’ di tempo.

Nel frattempo, si sta mettendo a punto la mascherina sportiva per consentire la riapertura delle palestre nelle prossime settimane.

Leggi anche –> Viaggi negli Stati Uniti: Trump revoca il bando per Europa e area Schengen

Come funziona la mascherina sportiva

Raphaël Dubi, responsabile dello sviluppo di Décathlon, che realizzerà la nuova mascherina, ha spiegato a franceinfo “la prima caratteristica è il filtro”. “Abbiamo lavorato su un filtro con permeabilità“, ottenuto dalla sovrapposizione di “più strati di tessuto”. Il comfort della mascherina è assicurato da un tessuto “estremamente morbido”, ha aggiunto l’esperto, ma anche dalla sua “struttura” che permette un certo sostegno sul viso e che “anche quando si respira molto forte, non entra in bocca”, ha assicurato.

Dunque, una mascherina che filtra le particelle del respiro e della saliva che potrebbero essere contaminate dal virus ma allo stesso tempo permette a chi la indossa di respirare bene e di adattarsi al viso.

La nuova mascherina sportiva, già pronta, deve ora ricevere l’approvazione delle autorità scientifiche e del ministero della Salute. Dovrà essere approvata da Afnor, l’agenzia francese per l’omologazione, quindi potrà essere prodotta e messa in commercio. La risposta è attesa entro un mese. Se tutto andrà bene, la mascherina potrà essere distribuita dal mese di marzo.

“Con questa mascherina sportiva si spera di poter ristabilire un equilibrio tra lo sport, essenziale per la salute dei francesi, e queste precauzioni che si devono prendere a causa della crisi” sanitaria, ha spiegato la ministra Roxana Maracineanu ai media francesi.

Leggi anche –> Cosa bisogna fare se si rientra in Italia dall’estero?

Mascherina (Adobe Stock)