Quando posso fare il vaccino per il Covid? Date, tempi e casi previsti

Novità importanti per la somministrazione del vaccino per Covid: ecco il piano con date, tempi e i diversi casi previsti

Vaccino Italia

Una pianificazione importante per il futuro dell’Italia e per il resto del mondo. La dura lotta al Covid sta per terminare. Ci vorranno diversi mesi, ma il piano del vaccino per Covid sarà in atto da metà gennaio. Dopo la giornata del V-Day del 27 dicembre 2020, in Italia il Governo ha deciso inizialmente di proteggere le persone più esposte, come gli operatori sanitari, e più deboli, come anziani e malati. Nella prima tranche saranno circa 1,8 milioni di dosi come stabilito e si continuerà con lo stesso trend anche a febbraio. Poi si passerà a 500mila per poi arrivare 600mila a marzo. Nei primi tre mesi si dovrebbero raggiungere le 28 milioni di dosi finendo a 57 milioni tra aprile e giugno. Secondo quanto stabilito dai primi accordi, entro la fine del 2021 in Italia si dovrebbe arrivare ad oltre 202 milioni di dosi, in grado di vaccinare tutta la popolazione.

Leggi anche –> Vaccino Covid, arriva la conferma: è efficace anche per la variante inglese

Leggi anche –> Vaccino Covid, l’infermiera Claudia Alivernini: “È l’unica arma” – VIDEO

Vaccino per il Covid, il piano per gli italiani

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Così il Governo italiano ha optato per metà gennaio con la vaccinazione dei medici, infermieri, personale e ospiti delle Rsa arrivando così a due milioni di persone. A partire da marzo, invece, si vaccineranno le persone ultraottantenni. Da aprile si passerà ai 13 milioni di persone di età compresa tra i 60 e i 79 anni. Poi a chi ha una patologia, una comorbilità cronica, cioè la presenza di almeno due. Infine, si penserà a tutta la popolazione a partire dall’estate con un occhio di riguardo agli insegnanti e alle forze dell’ordine, che sono le categorie più a rischio.

Vaccino Italia