Madre incinta, ha il cancro: deve prendere una scelta terribile

Da una giovane madre incinta arriva la confessione che riguarda una decisione pesantissima. Lei è malata di cancro e deve agire così.

madre incinta cancro
Una madre incinta col cancro deve prendere una terribile decisione Foto dal web

Una madre incinta affetta da cancro ha dovuto prendere una scelta straziante, all’undicesima settimana di gravidanza. Lei si chiama Roberta Burton e nel mese di giugno del 2019 apprese dai medici che l’avevano in cura di essere affetta da linfoma di Hodgkin al secondo stadio. Il tutto mentre in grembo teneva il suo terzo figlio.

Leggi anche –> Daisy Coleman, suicida dopo stupro: si uccide anche la madre – FOTO

Lei aveva 29 anni all’epoca e lavorava proprio in ospedale, essendo una infermiera. La sua più grande paura era che la chemioterapia potesse comportare degli effetti collaterali gravi sulla salute del nascituro. Ma alla fine Roberta ha deciso di sottoporsi agli estenuanti cicli che però avrebbero potuto salvarle la vita. Lo ha fatto per gli altri suoi due bimbi, per impedire loro di crescere senza una mamma. Ma per fortuna tutto è andato bene con la gravidanza ed ora in famiglia tutti si apprestano a festeggiare il primo anno di vita del piccolo. Il tutto era sorto dalla presenza di un nodulo al collo notato da suo marito. Delle analisi compiute già all’indomani avevano svelato la presenza di un cancro dl sangue che avrebbe necessitato di un trattamento chemioterapico intensivo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Bambina appena nata è quasi coetanea della madre: ecco come è possibile

Madre incinta, la chemio avrebbe potuto danneggiare il bimbo che aspettava

La madre incinta aveva anche svolto delle ricerche per conto suo in merito ai sintomi della malattia. In molti casi questi coincidevano con quelli della gravidanza e di uno squilibrio di ormoni. Ma lei sentiva che c’era qualcosa di peggio. E sulla scelta presa, Roberta ha detto ai giornalisti che hanno trattato la sua storia che non è stato per niente facile. La malattia intanto si era diffusa al petto e bisognava agire in fretta. Una scansione finale prima di iniziare il trattamento necessario aveva comunque mostrato come il bambino nel suo grembo stesse bene.

Leggi anche –> Un “feto gemello” le cresce sulla schiena: operata bimba di 7 anni

Ora la donna ed il piccolo stanno bene

Una volta superate le 17 settimane la placenta sarebbe stata abbastanza resistente da poterlo proteggere da qualsiasi tossicità imputabile ai farmaci assunti. Le cure sono iniziate ad agosto 2019, quando nel frattempo il suo matrimonio è fallito ed il secondo figlio Ezra di 3 anni (l’altro è Noah di 5, n.d.r.) ha sviluppato una fora di autismo. Per fortuna comunque è nato Elias, e senza alcun problema. Anche lei sta mostrando dei progressi ma la donna è intenzionata a fare conoscere agli altri la sua storia, per sensibilizzare l’opinione pubblica in materia di ricerca sul cancro.

Leggi anche –> La confessione di Michelle Obama: “Malia e Sasha nate da fecondazione in vitro”