Cashback, al via la registrazione sull’app IO: è subito intasata di domande

Oggi è possibile fare domanda per il bonus cashback. Fin da subito difficoltà e server in tilt. Eccome com’e andata. 

 

Il bonus proposto dal Governo parte decisamente a rilento e in salita. Sono stati moltissimi gli italiani a fare domanda, ma si sono subito dovuti scontrare contro un muro fatto di problemi.

Durante la mattinata l’app IO è stata intasata dalle troppe domande e il server è andato quasi istantaneamente in sovraccarico.

Cashback: app IO intasata e server bloccati, iniziano le proteste

Questa partenza faticosa non ha fatto altro che gettare benzina sul fuoco. Gli italiani già molto provati dalla crisi economica, si sono avventurati nell’app per ricevere un bonus apparentemente molto utile, ma che forse si è rivelato un altro buco nell’acqua. La registrazione è molto intuitiva, bisogna registrare le proprie carte di pagamento e l’Iban su cui verranno accreditati i rimborsi.

Leggi anche -> “Italia Cashless”, il nuovo piano del Governo: come funziona

Tra tutti coloro che ci hanno provato, ci sono stati pochi fortunati. Loro hanno potuto completare il procedimento in pochi minuti e già durante la mattinata. Sfortunatamente, la maggioranza ha dovuto fare i conti con arresti improvvisi, errori di caricamento e bug vari. Tra gli altri problemi troviamo anche l’impossibilità di aggiungere i metodi di pagamento, un problema non di poco conto dato che in questo modo il servizio è reso inaccessibile. Le dichiarazioni proveniente da PagoPa verso Repubblica fanno capire che i problemi sono stati causati dalle oltre 6mila domande al secondo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“Si è verificato un errore temporaneo nel salvataggio di questa carta”. “Non siamo riusciti a recuperare la tua carta PagoBancomat”. Queste e molte altre sono le frasi che si sono visti comparire davanti coloro che hanno tentato di registrarsi.

Leggi anche -> Ristori ter, arriva l’ok del Cdm: 1,45 miliardi di aiuti, chi ne ha diritto

Sempre secondo le dichiarazioni di PagoPa, sarebbe solo la sezione “portafoglio” ad avere problemi. Questa interagisce con i sistemi bancari e tutti questi flussi hanno sovraccaricato il sistema. E’ chiaro che si saprà solo nelle prossime ore se le problematiche sono realmente circoscritte.