Vaccini Italia, Arcuri: “Pronto il piano per distribuirlo da gennaio 2021”

Situazione vaccini Italia, il commissario per la gestione dell’emergenza pandemia, Arcuri, parla di un piano ormai pronto per inizio 2021.

vaccini Italia distribuzione
Il commissario Arcuri illustra il piano vaccini Italia FOTO Getty Images

Il Governo sta predisponendo tutto quanto è necessario per un efficace piano vaccini Italia. A parlarne è il commissario per la gestione dell’emergenza pandemia, Domenico Arcuri. Gli apparati predisposti stanno preparando la tabella relativa da seguire per distribuire, conservare ed applicare il vaccino, probabilmente già dalla fine di gennaio 2021.

Leggi anche –> Nuovo Dpcm Natale: spostamenti vietati tra Regioni, scuole ancora chiuse

Proprio in quel periodo si prevede che verranno messi a disposizione i loro preparati da parte delle aziende di biofarmaceutica predisposte. Le varie AstraZeneca, Biontech-Pfizer, Moderna, Johnson&Johnson e non solo sono attualmente al lavoro sui rispettivi progetti. Tutti loro sono in piena fase 3 e con una messa a punto molto vicina al punto finale. Ad ‘Agorà’ su Rai 3 Arcuri conferma tutto quanto e parla di “almeno 5 vaccini giunti al termine delle rispettive procedure di sperimentazione. Serve solo il beneplacito dell’Agenzia Europea del Farmaco per partire”. Per quanto riguarda il piano vaccini Italia, se ne dibatterà in Parlamento entro la prossima settimana.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> L’annuncio di Conte, da domani cambia tutto per le Regioni rosse

Vaccini Italia, Arcuri: “Via da fine gennaio 2021”

“Il vaccino verrà distribuito prima alle categorie più esposte. Quindi anziani, operatori del settore medico e sanitario e forze dell’ordine”. Anche l’Esercito gestirà le operazioni di distribuzione e di somministrazione del caccino anti virus. E quanti più sceglieranno di vaccinarsi, maggiori saranno le probabilità di contribuire alla sensibile diminuzione del contagio. Nel frattempo il Governo Conte mira a fare riaprire in totale sicurezza le scuole. In questa ottica andrebbe aumentato anche il numero degli insegnanti, secondo Arcuri. “Le scuole chiuse sono un grosso macigno per il nostro Paese, dobbiamo intervenire.

Leggi anche –> Dpcm Natale, i provvedimenti di dicembre: lotta ai furbi in sci

“Scuola la nostra priorità, serve responsabilità di tutti”

Il virus non nasce da lì, semmai ci è entrato. Questo ci fa capire che dobbiamo fare attenzione massima nel rendere la scuola sicura”. Il commissario conferma anche che l’Italia ha acquistato moltissimi test antigenici da distribuire in massa, dopo gli iniziali due milioni già dati in tutto il territorio nazionale. Per un allentamento delle misure anticontagio, il commissario Arcuri fa riferimento al senso di responsabilità dei cittadini. “Più saremo coscienziosi e prima potremo avvicinarci alla tanto desiderata normalità”.

Leggi anche –> Scuole riaperte, il premier Conte: “Va fatto il prima possibile”