Maradona, l’ex Cristiana Sinagra in escandescenze da Barbara d’Urso

L’ex compagna de Il Pibe de Oro, Cristiana Sinagra, non le ha mandate a dire a coloro che hanno riservato parole controverse a Maradona dopo la sua morte. 

Cristiana Sinagra non ci sta. L’ex di Maradona ha alzato la cornetta e ha contattato Pomeriggio Cinque lanciando parole di fuoco nella diretta della trasmissione di Barbara d’Urso. Il bersaglio dell’ira della vecchia fiamma del Pibe de Oro? Tutti coloro che hanno riservato parole controverse al grande calciatore dopo la sua morte.

La mamma di Diego Jr (nato nel 1986 ma riconosciuto solo nel 2007, 31 anni dopo il parto) ha puntato l’indice contro un fatto spinoso – la registrazione di una telefonata poi riutilizzata a livello mediatico – prima di offrire un commuovente ritratto di Maradona.

Leggi anche –> Diego Armando Maradona: spunta una figlia segreta

Leggi anche –> Diego Armando Maradona Jr, chi è il figlio del campione scomparso 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il duro sfogo di Cristiana Sinagra

“Sono stata inondata di chiamate in queste ore. Una è stata registrata a mia insaputa ed è stata mandata in onda su un’altra rete nazionale. Non c’è più rispetto. Chi mi ha registrato era una signora”. Questa l’accusa di Cristiana Sinagra, la quale assicura che la vicenda non sarà dimenticata e sarà portata nelle opportune sedi.  “Abbiamo il cuore a pezzi – ha aggiunto -, non ho parole per descrivere il dolore per Diego e quello provato da mio figlio per lui”.

La Nostra fa nomi e cognomi, tirando in ballo Giuseppe Cruciani e Giampiero Mughini, due giornalisti che “hanno fatto dichiarazioni vergognose. Va bene la libertà di pensiero, ma ci deve essere rispetto del dolore. Questa gente non conosce Diego, non conosce la sua grande umanità, il suo grande cuore e la sua fragilità. Non può permettersi di parlare. Io lo difenderò fino alla morte. Ripeto, ho sentito cose vergognose, nessun tatto, nessuna sensibilità”. Quanto al tardivo riconoscimento di Diego Jr, non fu colpa di Maradona ma di altre figure che lo hanno fuorviato. “Non c’è stato giorno in cui non ha chiesto perdono a suo figlio”, ha concluso.

Leggi anche –> Diego Maradona, verità sulla foto finale: controversie e rabbia

Leggi anche –> Diego Maradona, documentario stasera: chi è il regista Asif Kapadia

EDS