Denis Verdini “isolato” in carcere: “Sto aspettando il tampone”

Dopo la condanna a quasi 7 anni di reclusione Denis Verdini è rinchiuso nel carcere di Rebibbia, dove vigono appositi protocolli anti-Covid.

Per Denis Verdini, condannato a 6 anni e mezzo per la bancarotta del Credito cooperativo fiorentino, la giustizia ha cominciato a fare il suo corso. L’ex senatore si trova ora nel carcere di Rebibbia, dopo essersi costituito nel primo pomeriggio dello scorso martedì 4 ottobre. Ad accompagnarlo nel penitenziario c’erano i suoi tre figli, compresa Francesca, la compagna del segretario della Lega Matteo Salvini. Denis Verdini è rinchiuso in cella da solo in attesa del tampone, come previsto dagli appositi protocolli anti-Covid. Solo tra una settimana potrà avere contatti con gli altri detenuti.

Leggi anche –> Francesca Verdini, chi è: età, vita privata e storia della fidanzata di Salvini

Leggi anche –> Francesca Verdini, momenti di paura per la fidanzata di Salvini – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

uccide madre taglia testa

La testimonianza da Rebibbia di Denis Verdini

Come noto, Denis Verdini aveva sperato fino all’ultimo momento di non finire in carcere, anche tenuto conto della richiesta della Procura generale su un nuovo processo d’appello. Sia l’ex parlamentare di Forza Italia che la difesa pensavano che i giudici accogliessero la proposta del pg, evitandogli per sempre la reclusione, visto che l’8 maggio prossimo compirà 70 anni e potrà chiedere di scontare la pena ai domiciliari. Ma, purtroppo per lui, non è andata così. Prima del suo ingresso in cella, comunque, l’ex senatore ha ricevuto una visita inaspettata da parte di Vittorio Sgarbi. Il famoso critico d’arte ha poi rivelato di aver trovato Verdini “deluso per la sentenza, ma compostamente rassegnato”. Intanto i suoi difensori si sono messi già al lavoro per il prossimo processo.

Leggi anche –> Coronavirus Italia 5 novembre: dati choc, 34.505 casi e 445 decessi 

Leggi anche –> Coronavirus, monito dell’Iss: “Ci sono delle ricrescite”

EDS