Vaccino | Irbm Pomezia | ‘Primi 30 milioni di unità entro fine 2020’

Le ricerche su un vaccino antivirus proseguono. L’Irbm di Pomezia, che collabora con AstraZeneca, mostra grande ottimismo per la distribuzione a breve.

vaccino antivirus Irbm
Prime 30 dosi del vaccino antivirus già entro fine anno per Irbm Pomezia Foto dal web

Secondo Piero Di Lorenzo, che presiede il laboratorio Irbm di Pomezia, in provincia di Roma, può risultare possibile distribuire 30 milioni di vaccini entro fine 2020. La struttura di ricerca romana collabora per la distribuzione del vaccino antivirus in Italia assieme alla AstraZeneca ed all’Università di Oxford.

LEGGI ANCHE –> Contagi oggi | nuovo Dpcm limita spostamenti per e dalle regioni a rischio

Che sarebbero ad un punto avanzato nel processo per la realizzazione di un siero efficace. Di Lorenzo ha parlato a Radio Cusano Campus indicando in questo mese il periodo previsto per la realizzazione della cosiddetta Fase 3. Dopo la quale scatteranno tutte le procedure relative all’ottenimento dei permessi necessari e della realizzazione del ritrovato medico. Se tutto andrà come deve, sarà necessaria qualche altra settimana, tre o quattro secondi Di Lorenzo, per potere poi consigliare una trentina di milioni di dosi di vaccino alla Unione Europea.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Pandemia, l’appello dei medici: “Ospedali in deficit di organico”

Vaccino, per ora nulla lascia pensare ad eventuali complicazioni

Questo però qualora non sorga alcun effetto collaterale. Il vaccino comunque risulterà sicuro per il presidente di Irbm Pomezia, e le normali procedure burocratiche del caso si riveleranno più veloci, data l’eccezionalità della situazione. Tutti i soggetti coinvolti non vogliono assolutamente fallire. “Nessuno vuole subire un ritorno di immagine negativo e verranno rispettate le consuete procedure scientifiche, molto severe. Ad ogni modo, stando così le cose, non ci sono evidenze tali da fare pensare al sorgere di possibili effetti collaterali in soggetti di qualsiasi età.

LEGGI ANCHE –> Il premier Conte contro lo “scaricabarile” delle Regioni

LEGGI ANCHE –> Nuovo Dpcm | zone rosse e coprifuoco dalle 18 in regioni a rischio