Caso Noventa, parla Freddy Sorgato: “Isabella non è morta a casa mia”

Nuova svolta per quanto riguarda il caso Noventa. Freddy Sorgato ha ribaltato le carte in tavolo con una nuova linea difensiva.

Ulteriori svolte per il delitto Noventa. Al centro dell’attenzione ci sono di nuovo le dichiarazioni di Freddy Sorgato, il quale sembrerebbe aver puntato su una nuova linea difensiva. Scopriamo insieme ldi che cosa si tratta e quali sono state le dichiarazioni dell’uomo.

Leggi anche->Isabella Noventa, un’altra tragedia in famiglia: morta la madre

Per Freddy è passato oramai poco meno di un mese dalla Cassazione, e l’uomo non ha per niente gettato la spugna. È il momento per una nuova difesa, che ha ribaltato completamente la situazione e messo in gioco un’ulteriore tesi. Proprio così, sembra proprio che la soluzione del caso si allontani sempre di più, e che giorno dopo giorno si aggiungano nuovi pezzi del complicato puzzle.

Leggi anche->Delitto Noventa, svelato il mistero delle ossa trovate in spiaggia

Isabella non è morta a casa mia.” è stata la dichiarazione dell’ex ballerino, sulla quale sta vertendo attualmente la sua nuova linea difensiva. Tale ipotesi non era ancora stata presa in considerazione, e gli inquirenti sono rimasti sorpresi. Ma non è tutto: a sostegno delle parole dell’uomo ci sono le testimonianze di un consulente tecnico. Quest’ultimo sostiene che nella villetta di Noventa Padovana non sia avvenuta alcuna operazione di ripulitura delle tracce o occultamento delle prove, e che dunque non sia accaduto alcun delitto.

Leggi anche->Freddy Sorgato dal carcere: “Isabella Noventa è viva ed è fuggita, dovete cercarla”

Secondo l’imputato dunque, Isabella non è morta all’interno della villetta, bensì altrove, nei terreni esterni. Le ipotesi fino ad adesso tenute in considerazioni dagli inquirenti sarebbero quindi sbagliate, stando alla testimonianza dell’ex ballerino, condannato per l’omicidio di Isabella.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Omicidio Noventa: il fratello Paolo su tutte le furie

In seguito alle recenti svolte in merito alla linea difensiva di Freddy Sorgato, Paolo Noventa non è riuscito a mantenere il sangue freddo. L’uomo è da ben cinque anni che combatte duramente per ottenere giustizia in nome della sorella, ma con scarsi risultati. “È una tesi ridicola.” ha commentato carico di rabbia, una volta venuto a conoscenza dell’ipotesi sostenuta da Sorgato. Il corpo di Isabella non è ancora stato ritrovato, e sembrerebbe dunque che la chiusura definitiva del caso sia ancora lontana.