Andrea Volpe laureato, il leader delle Bestie di Satana può insegnare

Andrea Volpe, ex leader delle Bestie di Satana pentito, sarà presto laureato in Scienze dell’educazione, farà l’insegnante?

Ad Andrea Volpe è legata una delle pagine più nere della cronaca italiana. Proprio lui è stato a consegnare alla giustizia i membri delle Bestie di Satana, confessando i 4 delitti commessi e indicando agli investigatori chi erano i membri della setta che ha seminato il terrore a cavallo tra gli anni ’90 e 2000. L’attività criminale della setta è cominciata nel 1996, quando Volpe e gli altri hanno ucciso senza pietà il diciassettenne Fabio Tollis e l’amica diciannovenne Chiara Marino.

Leggi anche ->Bestie di Satana | l’ex Andrea Volpe denunciato per violazione della quarantena

L’anno seguente Volpe ed i suoi complici inducono al suicidio Andrea Bontade (24 anni). Il ragazzo faceva parte della setta, ma quando ha compreso che gli amici volevano davvero uccidere qualcuno si è tirato indietro. Sapendo che Andrea sarebbe potuto crollare e consegnarli alla giustizia, i membri delle Bestie di Satana lo hanno obbligato al suicidio, dicendogli che se non si fosse ucciso, lo avrebbero fatto loro. Andrea, terrorizzato, decise di schiantarsi con la sua auto.

Leggi anche ->Bestie di Satana: Andrea Volpe torna in libertà dopo 16 anni

I delitti della Bestie di Satana emersero nel 2004, quando Volpe ed Elisabetta Ballarin (all’epoca 18enne) uccisero Mariangela Pezzotta (ex fidanzata proprio di Volpe). La ragazza aveva capito che dietro la scomparsa di Fabio Tollis e Chiara Marino c’erano l’ex fidanzato ed i suoi amici ed era pronta a parlare. Così Volpe, insieme alla fidanzata, decisero di farla tacere. Proprio le indagini sulla morte di Mariangela portarono a sospettare di Andrea Volpe, il quale a quel punto decise di collaborare consegnando alla polizia tutti i membri della setta.

Andrea Volpe può insegnare, la rabbia del padre di Fabio Tollis: “Per me è marchiato a vita ormai”

Grazie alla collaborazione con la giustizia nella cattura dei membri della setta e nel ritrovamento dei cadaveri, Andrea Volpe è stato condannato a soli 20 anni di carcere ed è uscito di prigione dopo averne scontati 16. Durante la permanenza in cella, Andrea si è convertito alla religione evangelica ed ha intrapreso un corso di Laurea in Scienze dell’Educazione. Uscito dal carcere è giunto alla fine del percorso e presto otterrà una laurea che, in teoria, gli permetterebbe di insegnare.

Una possibilità che non riesce a concepire il padre di Mariangela, Silvio Pezzotta, il quale a tal proposito ha dichiarato al settimanale ‘Giallo‘: “Non ho molto da dire su questa notizia. Insegnerà ai ragazzi? Non ero d’accordo che uscisse di prigione dopo aver scontato solamente 16 anni, non posso certo augurarmi che vada ad insegnare, ma rispetto la legge italiana quindi spero solo di non incontrarlo mai. Mi farebbe stare troppo male e il pensiero che possa accadere mi provoca solo rabbia”.

Anche il padre di Fabio Tollis, Michele, si trova in forte disaccordo con la possibilità che Volpe possa insegnare a dei ragazzi: “La questione non è che l’assassino di mio figlio si stia laureando dopo aver studiato in carcere, ci mancherebbe, più che altro è inopportuna la laurea in Scienze dell’Educazione. Visto come funzionano le cose in Italia, spero che non ci sia qualche stolto che assegnerebbe l’incarico d’insegnare proprio a lui, un assassino. Mi dispiacerebbe molto per quegli studenti… Lui, per me, ormai è marchiato a vita…”.