Robert Redford | morto di cancro suo figlio James | FOTO

La star di Hollywood, Robert Redford, dice addio al figlio James, stroncato da un cancro. Non è la prima volta che subisce un lutto simile.

Robert Redford morto figlio James
Addio a james Redford figlio di Robert Redford Foto dal web

Il celebre attore Robert Redford dice addio al suo figlio secondogenito. James Redford è infatti morto a 58 anni di età a causa di un cancro implacabile che lo aveva colpito nel 2018. A fornire la notizia a mezzo social è la moglie di James, Kylie, che lui sposò nel 1988. La donna scrive che è finita così una vita bellissima e piena di amore.

LEGGI ANCHE –> Valeria Fabrizi compie 84 anni, la sua battaglia contro il tumore al rene

“Tutti gli hanno voluto bene e la sua dipartita lascia un enorme dolore in noi tutti. Ci mancherà tantissimo. Ed io voglio ringraziarlo per i nostri due bellissimi figli, che negli ultimi due anni ci hanno trasmesso tanta forza”. Il figlio di Robert Redford aveva intrapreso una carriera da regista, sceneggiatore e documentarista, molto attivo soprattutto nell’ambito della denuncia sociale e nella tutela dell’ambiente. Proprio assieme al padre aveva fondato nel 2005 il Redford Center, allo scopo di formare giovani autori di corti e di lungometraggi impegnati nel campo del cambiamento del clima. Il compianto James nacque nel 1962 ed anche lui è morto prima del padre. Infatti Robert perse nel 1959 Scott, che morì per una fatale sindrome infantile. Entrambi erano figli dell’attore e di Lola van Wagenen, sua prima moglie.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Infarto fatale: morto il dj Marcello Mormile, aveva 33 anni

Robert Redford, chi era il figlio morto: James un fervente attivista

La coppia ha anche avuto Amy e Shauna, ai tempi. Già nel 1993 poi James fu sottoposto ad un doppio trapianto di fegato, nel 1993. Segno che da decenni soffriva di una salute cagionevole. La cosa lo portò anche a realizzare un documentario sulle persone che affrontano una esperienza simile e sulla tematica della donazione degli organi. Pure nel corso della pandemia da Coronavirus che ha colpito soprattutto gli Stati Uniti, primo Paese al mondo per numero di contagi e di vittime, ha visto James scendere in campo. E battagliare strenuamente contro i cosiddetti negazionisti e contro la campagna elettorale di Donald Trump. Sia lui che il papà Robert hanno accusato l’attuale presidente USA di pensare solo ai suoi interessi e di considerare le persone come “benzina del serbatoio elettorale, senza curarsi della vita della gente”.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, posso fare il tampone prima del decimo giorno?