Covid-19, posso fare il tampone prima del decimo giorno?

Ancora novità importanti per quanto riguarda il periodo di quarantena da dover rispettare in caso di contatti con un positivo Covid-19

lockdown mirati Coronavirus Italia

Cambiamenti continui di fronte all’emergenza Coronavirus. E così ci sarebbero novità importanti per chi entra in contatto con una persona risultata positiva al Covid-19: un contatto diretto e così la circolare ‘Covid-19: indicazioni per la durata ed il termine dell’isolamento e della quarantena‘ del ministero della Salute ha deciso per un periodo di quarantena se asintomatico. Con questo termine si vuole indicare ‘restrizione dei movimenti, per la durata del periodo di incubazione, di persone sane, ma che potrebbero essere state esposte a un agente infettivo o a una malattia contagiosa’.

Leggi anche –> Regno Unito: obbligo di quarantena per chi arriva dall’Italia

Il periodo di quarantena sarà o di 14 giorni ‘dall’ultima esposizione’ al soggetto di cui si è accertata la positività,  o di 10 giorni dall’ultima esposizione, con un test antigenico o molecolare negativo effettuato il decimo giorno. Inoltre, chi è in quarantena da asintomatico non può accorciare i tempi con un tampone prima del decimo giorno perché può risultare positivo successivamente.

Leggi anche –> Coronavirus e viaggi all’estero: nuove regole tra tamponi e quarantene

Covid-19, la problematica del ‘falso negativo’

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI 

La possibilità di incorrere a ‘falsi negativi‘ è al minimo dopo gli otto giorni dopo l’esposizione: il ministero della Salute preferisce far effettuare il tampone 10 giorni dopo il contatto con un positivo. Così se uno deciderebbe di farlo dopo 5 giorni anche in maniera privata, senza aspettare il decimo o il 14esimo giorno, potrebbe essere un ‘falso negativo’.