Medico morto mentre lavorava | ‘Ha tolto i punti a paziente positivo’

In Italia c’è l’ennesima vittima da Covid-19 tra il personale sanitario, con un medico morto mentre stava curando un paziente positivo.

medico morto Coronavirus
Ancora un medico morto per Coronavirus Foto dal web

Ricominciano i decessi tra il personale medico a causa del Coronavirus. Da Napoli apprendiamo infatti la notizia di un medico morto per via del Covid-19, che lo ha stroncato nel giro di una settimana. Lui si chiamava Ernesto Celentano e svolgeva il proprio lavoro nel quartiere Secondigliano.

LEGGI ANCHE –> Conferenza stampa Giuseppe Conte, il nuovo Dpcm: tutti in dettagli in diretta

LEGGI ANCHE –> Giovane influencer muore di Coronavirus, era convinto fosse tutta una bufala

Aveva 60 anni e si trovava ricoverato all’ospedale Cotugno da una settimana, fino a quando il Covid ha compromesso in maniera definitiva il suo quadro clinico. Celentano si era ammalato mentre prestava cura ai suoi pazienti. A riferire della scomparsa del professionista, l’ennesimo medico morto da marzo ad oggi a causa della pandemia che si è scatenata in tutto questo tempo in Italia, è la pagina Facebook ‘Nessuno tocchi Ippocrate’. Fra dottori ed infermieri, i professionisti che hanno sacrificato loro stessi per il bene degli altri ammontano a più di 200 in totale. Secondo alcune notizie non confermate, il dottore Ernesto Celentano si sarebbe ammalato di Covid mentre stava togliendo i punti ad una persona positiva al Coronavirus.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Ilaria Capua, il vaccino non è la soluzione: “Toglietevelo dalla testa”

Medico morto, il dottor Celentano contagiato da un paziente positivo

Ci giunge notizia che ieri ,presso l’ospedale Cotugno di Napoli, Purtroppo ci ha lasciato il Dott. Ernesto Celentano il…

Pubblicato da Nessuno tocchi Ippocrate su Domenica 18 ottobre 2020

Da più parti c’è chi chiede maggiore tutela per i professionisti del settore sanitario, che vanno tutelati in quanto si espongono in prima persona nella lotta al Covid-19. Si tratta di uno dei tanti casi decisamente controversi che devono fare capire come la situazione legata all’epidemia sia in realtà molto complicata e per nulla da sottovalutare. Purtroppo fin in troppi, in Italia ed all’estero, non hanno compreso bene la portata di quello che sta accadendo da mesi. I cosiddetti negazionisti esprimono quella che è la loro opinione del tutto sbagliata perché smentita da migliaia di testimonianze ed anche di prove fornite dalla comunità medica e scientifica. Ma chi ha provato questo virus sulla propria pelle, sia tra il personale ospedaliero che tra chi si è trovato ad avere la sfortuna di finire ammalato o di avere qualche proprio caro infetto, parla di un disastro senza precedenti.

LEGGI ANCHE –> Belgio, coronavirus: salgono i casi, si rischia il lockdown