Fiera del Tartufo Bianco di Acqualagna rinviata al 2021

Fiera Nazionale del Tartufo Bianco ad Acqualagna rinviata al 2021. In programma altri eventi.

Fiera Nazionale del Tartufo di Acqualagna (Foto: http://www.acqualagna.com)

Niente Fiera del Tartufo quest’anno ad Acqualagna, cittadina dell’entroterra marchigiano con una lunga tradizione legata al tartufo bianco. Quest’anno si sarebbe dovuta svolgere la 55^ edizione, in programma come sempre tra la fine di ottobre e la prima metà di novembre. Mercato, stand gastronomici, spettacoli, incontri. Niente di tutto questo. La pandemia di Covid-19 ha costretto gli organizzatori a cancellare l’evento e visto il recente andamento dei contagi forse è stata la scelta giusta.

Non tutto però sarà cancellato, al posto della storia Fiera sono in programma appuntamenti culturali e turistici fino al 31 dicembre. Una serie di eventi diversi ma sempre con l’obiettivo di promuovere il tartufo bianco.

Invece, la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è stata confermata quest’anno ma con un programma rivisto e un’edizione allungata su più settimane, fino all’8 dicembre, per permettere una migliore distribuzione dei visitatori, contenendo gli assembramenti.

Leggi anche –> Sagre delle castagne 2020 in Italia: gli eventi da Nord a Sud

Fiera del Tartufo Bianco ad Acqualagna rinviata al 2021

La graziosa cittadina di Acqualagna, in provincia di Pesaro Urbino, famosa per il suo pregiato tartufo bianco è stata costretta a cancellare la sua Fiera Nazionale del Tartufo Bianco che quest’anno avrebbe raggiunto la 55^ edizione. Tutta colpa della pandemia di Covid-19 che non consente di organizzare in sicurezza manifestazioni con vasta partecipazione di pubblico se non con un forte ridimensionamento, che tuttavia rischia di snaturarle o renderle economicamente insostenibili. Così, come molte altre sagre, fiere e feste di questo autunno anche la Fiera del Tartufo Bianco di Acqualagna è rimandata al 2021.

La decisione è stata presa dal Comune di Acqualagna, che ha rimandato la sua famosa Fiera al 2021 ma senza cancellare completamente le iniziative volte alla promozione del suo tartufo bianco, Tuber Magnatum Pico. Al posto della Fiera si svolgeranno alcuni eventi minori, con una serie di appuntamenti da ottobre fino al 31 dicembre

“Il tartufo è una risorsa fondamentale per la promozione del nostro territorio – ha detto il sindaco di Acqualagna Luca Lisi -, punta di diamante del made in Italy. Dopo mesi e mesi di lavoro scrupoloso per giungere ad un’organizzazione innovativa con soluzioni logistiche mirate alla sicurezza e con un programma ricco di eventi e di personaggi di altissimo livello, con l’adesione di oltre cento espositori da tutta Italia, abbiamo assunto una decisione sofferta ma, allo stesso tempo, consapevole per il bene del nostro territorio”.

“Per il nostro paese – ha proseguito -, sotto i riflettori a livello internazionale, la Fiera è uno dei momenti più belli: le vie si addobbano a festa, la comunità si attiva per accogliere migliaia di turisti che vengono a gustare il nostro più amato gioiello”. Ma, ha aggiunto, “siamo consapevoli che un evento simile non riuscirebbe ad evitare assembramenti e di conseguenza a scongiurare il rischio sanitario connesso alla diffusione della pandemia. Per salvaguardare tutte le persone coinvolte in questo grande evento, abbiamo preferito guardare alla salute e rinviare l’edizione 2020 al 2021. I nostri ristoratori sono comunque pronti ad accogliere in piena sicurezza i turisti che vorranno onorarci della loro presenza”, ha concluso.

Per informazioni: www.acqualagna.com

Leggi anche –> Strade del vino: i migliori itinerari del gusto in Italia

Tartufo bianco (iStock)