Coronavirus, De Luca torna indietro e riapre scuole materne e nidi

Dopo l’ordinanza di chiusura delle scuole fino al 30 ottobre, che ha fatto infuriare la Azzolina, De Luca fa un passo indietro e riapre gli asili e i nidi.

Scuole chiuse

Leggi anche–> Covid19, Cartabellotta parla ai sindaci “imponete lockdown locali”

Il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca modifica l’ordinanza che aveva imposto la chisura di tutte le scuole fino al 30 ottobre e imposto la didattica a distanza, riaprendo asili e nidi: “è consentita da domani, anche in presenza, l’attività delle scuole dell’infanzia: nidi, asili, con bambini di età compresa nella fascia della fascia 0-6 anni“, ha dichiarato. L’ordinanza resta in vigore comunque per le scuola primarie e secondarie.

Leggi anche –> Chiusura scuole, il Governo contro De Luca: possibile opposizione

La mossa che ha fatto infuriare la ministra Azzolina

“La situazione demografica campana è molto delicata, guai a noi se perdiamo controllo sull’area metropolitana di Napoli che è quella con maggior densità abitativa d’Europa. Perciò abbiamo preso e dobbiamo prendere decisioni di rigore prima degli altri. Obiettivo fondamentale è salvare le vite, non abbassare il numero dei contagiati» così il presidente De Luca aveva spiegato, con un post su Facebook, l’ordinanza di chiusura di tutte le scuole in Campania fino al 30 ottobre, imponendo la sola didattica a distanza, per troncare sul nascere possibili focoali di Covid19 nel territorio campano.

Leggi anche –> De Luca annuncia il coprifuoco per Halloween: “Basta festa dell’imbecillità

Questa decisione aveva fatto infuriare la ministra dell’istruzione Lucia Azzolina, che aveva commentato l’ordinanza di De Luca contro ila diffusione del Covid19, spiegando che chiudendo le scuole, gli studenti campani si sarebbe riversati nei centri commerciali, scatenando l’effetto contrario: “Io guardo i dati più che l’emotività e i dati dicono che le scuole sono posti più sicuri di altri posti del paese, la Germania non chiude le scuole proprio per questo motivo” . 

(Getty Images)