Pilota muore nel tentativo di stabilire un nuovo record di velocità in pista

Un pilota è morto in Inghilterra mentre cercava di stabilire un nuovo record di velocità: ancora ignote le cause dell’incidente.

Intorno alle 16 di ieri pomeriggio, un pilota ha effettuato un primo tentativo di stabilire un nuovo record di velocità sulla pista d’atterraggio di Elvington Airfield, tra lo York ed il Market Weighton. Nel corso del tentativo di stabilire il record, però, ha perso il controllo del mezzo e si è andato a schiantare. La violenza dell’urto è stata tale da far capire immediatamente che le conseguenze potevano essere gravi. La competizione è stata immediatamente fermata e sul posto sono intervenuti i sanitari per cercare di salvare il pilota.

Leggi anche ->Incidente stradale | schianto tremendo causa 2 morti e 7 feriti | FOTO

Purtroppo per il pilota non c’è stato nulla da fare ed i medici ne hanno dovuto dichiarare il decesso. Al momento non ci sono ulteriori informazioni sull’accaduto. Non è noto infatti il mezzo che stava portando il pilota, né a quale velocità è andato a sbattere. Sull’accaduto è stata aperta un’inchiesta che servirà a stabilire la causa dell’impatto ed eventuali responsabilità esterne. Per adesso non è stata svelata nemmeno l’identità della vittima.

Leggi anche ->Torino, tragico incidente moto-camion: muore ex pilota del Motomondiale

Pilota muore mentre cerca di stabilire un record di velocità

La tragica notizia dell’incidente è stata data in anteprima dalla polizia del North Yorkshire: “Oggi, intorno alle 16.30, la polizia è stata chiamata per un gravissimo incidente sulla pista dell’Elvington Airfield. Gli agenti sono sulla scena insieme al personale medico. Vi preghiamo di non entrare nel campo d’aviazione adesso”.

Mentre poco dopo quella della morte del pilota è stata data da un portavoce della Motorsport Uk: “Siamo immensamente tristi nel dover annunciare che si è verificato un incidente fatale all’Elvington Airfield nel corso del tentativo di settare un nuovo record di velocità”. Nel comunicato veniva anche specificato che maggiori informazioni sull’accaduto verranno condivise dopo che l’inchiesta sull’incidente verrà ultimata.