Briatore Covid | si indaga sui furbi | ‘Nomi falsi per ballare al Billionaire’

Il ‘Billionaire’ ed altri locali avrebbero ospitato molti ‘furbetti’. Ora indagano le autorità preposte. Aspetto connesso alla vicenda Briatore Covid.

Briatore Covid Billionaire
Situazione Briatore Covid altre polemiche su chi ha frequentato il Billionaire ed altri locali del posto Foto dal web

La vicenda Briatore Covid sta avendo delle inevitabili code polemiche. L’imprenditore piemontese si è ammalato di Coronavirus, nonostante abbia criticato anche in tempi recenti i provvedimenti intrapresi per arginare la diffusione del virus tramite l’azione scellerata di chi ha frequentato le discoteche senza prendere alcuna precauzione.

LEGGI ANCHE –> Briatore, l’ospedale chiarisce sul Coronavirus – VIDEO

Poi ha fatto discutere la sua scelta di farsi ricoverare nel reparto ‘solventi’ dell’ospedale ‘San Raffaele’ di Milano. Ed a tutto ciò si è aggiunta anche la giustificazione fornita dal diretto interessato, che ha parlato di ricovero dovuto ad una prostatite. Con tanto di selfie sorridente dall’ospedale. Un atteggiamento che a molti non è piaciuto, con Briatore tacciato di arroganza e di superbia dall’alto delle sue elevate possibilità economiche. “Tutta questa vicenda non gli ha insegnato niente”. “Poteva risparmiarsi questa storia”. “A chi vuoi darla a bere” sono le critiche più gettonate nei confronti del 70enne cuneese. Nel frattempo nel suo locale di Porto Rotondo, il ‘Billionaire’, ci sono all’incirca 64 contagiati su 102 lavoratori in totale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Briatore Coronavirus | l’ironia di Selvaggia Lucarelli | ‘Cattivo vento sardo’ | FOTO

Briatore Covid, nel suo locale ed in altri molti furbi hanno mentito sulla loro identità

E Marcello Acciaro, responsabile dell’unità Covid nel Nord della Sardegna, sta passando al setaccio il registro dei nomi della discoteca di Briatore. Le norme anti contagio impongono all’ingresso di ogni locale un libro dove apporre nomi e generalità di ogni persona che entra. Lo riporta ‘Il Corriere della Sera’, con Libero Quotidiano online a riprendere le parole di Acciaro. Quest’ultimo punta ad individuare altre persone che hanno contratto il Coronavirus dopo essersi divertite al ‘Billionaire’. E lo stesso vale per gli altri posti chic della movida in Costa Smeralda, come Sottovento, Phi Beach, Sopravento, Just Cavalli ed altri. Ovviamente le autorità preposte sanno bene che in molti degli avventori hanno mentito, fornendo generalità false. E sono andati a ballare pensando che la tachipirina li potesse proteggere da ogni spiacevole sorpresa. In totale spregio della salute degli altri ma anche loro. Per chiunque verrà scoperto ad avere assunto tale condotta, Acciaro ha già preannunciato una denuncia.

LEGGI ANCHE –> Perdita di olfatto, come distinguere tra Coronavirus e raffreddore