Viviana Parisi vista dal drone, Gioele era vivo: poteva essere salvato

0
4

La dinamica della tragica vicenda che ha visto protagonisti Viviana Parisi e suo figlio Gioele non è ancora del tutto chiara. Intanto emerge una nuova, inquietante verità. 

Il cadavere di Viviana Parisi era visibile dai droni già il giorno dopo la sua scomparsa, per cui poteva essere individuato molto prima. A rivelarlo è uno studio approfondito degli oltre 16mila fotogrammi di riprese eseguite dai droni dei vigili del fuoco che sono stati “ingranditi ed elaborati”, quindi visionati da un consulente della Procura di Patti. Circostanza, questa, che solleva inquietanti interrogativi anche sul piccolo Gioele, il figlio della dj trovata morta lo scorso 8 agosto nelle campagne di Caronia, in Sicilia.

Leggi anche –> Viviana Parisi: particolari inediti dalle immagini del drone – VIDEO 

Leggi anche –> Viviana Parisi, Roberta Bruzzone: “Sapeva non sarebbe tornata a casa”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Viviana Parisi

L’ipotesi sul piccolo Gioele: “Forse era ancora vivo”

Dallo studio in questione emerge che “alle 10.15 del mattino del 4 agosto”, all’indomani della sua scomparsa, il corpo di Viviana Parisi “era visibile ai piedi del traliccio” dell’Enel nelle campagne di Caronia, mentre “non si evidenzia la presenza del corpo del piccolo Gioele vicino a quello della madre”.

Secondo l’avvocato Nicodemo Gentile, che col collega Antonino Cozza rappresenta i genitori di Viviana, “se il corpo fosse stato trovato prima, sarebbe potuto cambiare moltissimo e non è escluso fosse possibile trovare anche Gioele e magari il bimbo poteva essere ancora vivo il giorno dopo. Penso che quello che è successo sia veramente gravissimo”.

Nel frattempo i legali di Daniele Mondello, il papà di Gioele, Pietro Venuti e Claudio Mondello hanno presentato “una querela contro ignoti per presunte omissioni” nella morte della madre e sulla scomparsa del figlio e su “eventuali ritardi nella loro ricerche”. “Magari – affermano – qualcuno poteva aiutare Viviana e non l’ha fatto. Anche se, dopo, qualcuna l’ha avvistata tra le campagne di Caronia e non è intervenuto per darle aiuto. Poi vogliamo comprendere perché sono stati persi tanti giorni nelle ricerche e se ci sono stati ritardi. E nel caso, da cosa sono dipesi e da chi”. Il procuratore di Patti conferirà domani “l’incarico per l’autopsia e accertamenti genetici e morfologici di vario tipo a un pool di esperti sui resti del piccolo Gioele”.

Leggi anche –> Viviana Parisi, operaio coinvolto nell’incidente racconta: “Non abbiamo visto Gioele”

Leggi anche –> Viviana Parisi | per la Procura è omicidio suicidio | la famiglia ricorre

EDS

viviana parisi