Muore a 116 anni l’uomo più vecchio del mondo: ecco chi era

Sopravvissuto a due guerre mondiali e allʼapartheid, l’ultracentenario sudafricano Fredie Blom era diventato l’uomo più vecchio del mondo.

Si è spento in Sudafrica, alla veneranda età di 116 anni, Fredie Blom, l’uomo più vecchio al mondo. Un personaggio con alle spalle una storia davvero speciale e che non aveva mai preso troppo sul serio la sua longevità, ma sorretto da una grande fede…

Leggi anche –> Anthony Mancinelli, il barbiere più anziano del mondo, muore a 108 anni

Leggi anche –> Addio a “nonna Peppa”: muore a 116 anni la più anziana d’Europa

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit dell’uomo più vecchio del mondo

Fredie Blom, classe 1904, era rimasto orfano nel 1918 a 14 anni, quando la sua famiglia fu interamente spazzata via dalla pandemia di influenza spagnola. Ed era sopravvissuto a due guerre mondiali e all’apartheid. Lavoratore instancabile, per quasi tutta la vita ha fatto il manovale nel settore edile, fino 80 anni, quando ha deciso di mettersi a riposo.Ma non ha mai rinunciato ai suoi piccoli “vizi” e piaceri: ha fumato per tutta la vita e bevuto alcolici fino a pochi anni fa.

“Fino a una settimana fa il nonno tagliava ancora la legna”, ha raccontato un suo nipote, Andre Naidoo. Il segreto di una così lunga vita? Intervistato di recente, lui stesso non ha saputo darsi una spiegazione, se non che “c’è un Uomo lassù che ha tutto il potere. Io non ho niente, posso cadere in qualunque momento ma Lui mi sorregge”.

L’8 maggio scorso Fredie Blom aveva festeggiato i 116 anni, conquistando così il primato mondiale di longevità, senza però mai entrare ufficialmente nella Guinness World Record perché non esisteva una prova certa della sua data di nascita nell’allora colonia dell’Eastern Cape Province.

Leggi anche –> Coppia più anziana del mondo, hanno 106 e 105 anni e si sposarono nel ’39 – FOTO

EDS