Meteo, quando finisce l’estate 2020

0
17

Le previsioni meteo per le prossime settimane e fine agosto: quando finisce il caldo e l’estate 2020

maltempo in spiaggia
Quando finisce l’estate 2020

Ferragosto è il giro di boa dell’estate. Una volta superato il 15 agosto si guarda già a settembre, il clima solitamente cambia e si inizia ormai a pensare alla fine della stagione estiva. Il più infatti ormai è passato e restano da vivere solo gli ultimi scampi di caldo e sole prima di chiudere gli ombrelloni. Ma come saranno queste ultime settimane di agosto, quando finisce il caldo e siamo davvero alla fine dell’estate? Ogni anno di questo periodo si spulciano le previsioni per capire quanto tempo c’è ancora prima della cosiddetta ‘rottura dell’estate’. Per agosto 2020 ci aspettano intense giornate sulle montagne russe delle temperature.

Quando finisce l’estate 2020

L’estate 2020 resterà nella storia per essere stata l’estate della pandemia, mentre per il clima non ci sarà menzione.  L’estate 2020 sotto il profilo del meteo non è stata da record e aggiungiamo meno male. Abbiamo avuto giugno e quasi tutto luglio con temperature piacevolmente miti e solo dalla fine di luglio abbiamo incominciato a boccheggiare per il gran caldo africano. Agosto si è distinto come mese bollente dell’estate 2020 ed ha intenzione di farci arroventare ancora un po’.

Infatti prima di arrivare alla fine dell’estate dovremo fare i conti con altre giornate bollenti. Se in questi giorni in buona parte d’Italia la situazione è un po’ instabile con ampia nuvolosità e perfino temporali, l’anticiclone africano scalpita ed è pronto per espandersi. Ciò significherà che le colonnine di mercurio torneranno a salire vertiginosamente. La zampata africana l’avremo da giovedì 20 agosto: le temperature saliranno soprattutto sulla Pianura Padana, il Centro e le zone interne del Sud Italia. Venerdì 21 agosto sarà la giornata più calda, forse l’ultima giornata rovente dell’estate 2020. Per quel giorno sono attesi 38 gradi a Firenze e Bologna, 37 a Roma e Perugia, 35 a Bolzano e Napoli, 34 a Catanzaro, Milano e Torino. Nelle zone interne della Calabria e della Puglia le temperature saliranno fino a 38 gradi.

I termometri poi scenderanno, già nel corso del weekend, portandosi su valori più sopportabili mentre al Nord Est arriveranno degli acquazzoni che faranno ulteriormente calare le temperature.

Entreremo così nell’ultima settimana di pura estate. Sul finire infatti di quella settimana e ossia intorno al 27 agosto un vortice depressionario atlantico si avvicinerà all’Europa coinvolgendo buona parte delle nazioni centro-settentrionali. Anche l’Italia sarà interessata specie nei settori settentrionali e centrali. Lo scontro fra l’aria calda e quella fresca scatenerà forti temporali, perfino nubifragi e grandinate. 
Più al riparo dal maltempo il Sud, che sarà comunque raggiunto dal fronte perturbato che inciderà sulle temperature, che scenderanno e sull’instabilità. Non si può escludere infatti che il maltempo sebbene in maniera minore e a macchia  di leopardo non raggiunga anche il meridione.

Insomma, intorno al 27 agosto arriverà quella che viene definita la rottura dell’estate, intesa come interruzione di un lungo periodo di Alta Pressione. Da quel momento non mancheranno ovviamente le belle giornate e anzi settembre ci regalerà giornate calde e piacevoli, ma non avremo più quella cortina di ferro che ci garantisce la stabilità meteorologica.

Previous articleLecce, esonerato Fabio Liverani: prima mossa dell’era Corvino
Next articleCoronavirus 19 agosto: dati mai così alti dal 23 maggio
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.