Caso Maddie, Christian B prosciolto dall’accusa di un altro omicidio

Oltre a essere indagato per la morte di Madeleine McCann, Christian B era stato anche accusato di stupro e omicidio di Claudia Ruf, assassinata a 11 anni nel 1996. 

Il principale sospettato della scomparsa di Madeleine “Maddie” McCann è stato prosciolto dall’accusa di coinvolgimento nello stupro e nell’omicidio di un’altra ragazzina. Christian B era stato tra gli indiziati per l’assassinio di Claudia Ruf, uccisa a 11 anni nel 1996: il suo corpo parzialmente bruciato fu trovato a una sessantina di chilometri dalla città tedesca di Grevenbroich. Era stata rapita mentre portava a spasso il cane di un vicino.

Leggi anche –> Maddie McCann, Brueckner accusato di atti sessuali osceni davanti a un gruppo di ragazzine 

Leggi anche –> Maddie McCann | Gli inquirenti trovano una cantina segreta 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dubbi e sospetti sul presunto assassino di Maddie

I poliziotti che indagavano su un potenziale collegamento con Christian B oggi hanno confermato che i test del DNA hanno escluso che possa essere stato lui a uccidere Claudia Ruf. All’inizio dell’indagine, Robert Scholten, primo commissario capo della polizia presso la stazione di polizia di Bonn, aveva chiarito che “non c’erano prove concrete” che Christian B fosse coinvolto, aggiungendo però che quest’ultimo era un sospetto a prescindere. Ora, però, c’è una prova certa della sua estraneità a quella tragica vicenda.

“Dopo aver confrontato le informazioni ottenute, si può dire che Christian B non era a Grevenbroich al momento del crimine nel caso di Claudia Ruf”, ha detto oggi alla Bild un portavoce della polizia. “Inoltre, pare che un confronto del DNA abbia dato esito negativo”. Per il momento anche questo caso, come quello della piccola Maddie, resta irrisolto.

Leggi anche –> Maddie McCann: le immagini inedite di Christian B. – VIDEO 

Leggi anche –> Maddie McCann, la polizia portoghese sapeva tutto: le prove la inchiodano 

EDS