Home News Mauro Pamiro, prof. trovato morto a Crema: si indaga sulla setta spirituale

Mauro Pamiro, prof. trovato morto a Crema: si indaga sulla setta spirituale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:36
CONDIVIDI

Spuntano dettagli inquietanti sulla morte di Mauro Pamiro, il docente di informatica e musicista rinvenuto cadavere il 29 giugno scorso. 

La morte di Mauro Pamiro, il 44enne professore di informatica all’istituto Galilei rinvenuto cadavere, scalzo e senza il telefonino, la mattina del 29 giugno scorso in un cantiere in via Don Primo Mazzolari a Crema, quartiere dei Sabbioni, è ancora un mistero.

Il corpo dell’uomo, privo di vita, giaceva a 200 metri dalla villetta in cui abitava con la moglie Debora Stella, 40 anni, grafica pubblicitaria, indagata per omicidio (un atto dovuto) e tuttora ricoverata nel reparto di Psichiatria dell’ospedale Maggiore. Tra le piste seguite dagli investigatori per far luce sulla vicenda c’è però anche la meditazione trascendentale: pare che la coppia frequentasse un gruppo attratto dalla scienza spirituale.

Leggi anche –> Cadavere trovato in un cantiere edile, indagata la moglie della vittima

Leggi anche –> Lite tra vicini | Un morto in condominio | Assalto con un coltello

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il giallo di Mauro Pamiro

L’autopsia ha già accertato che a causare la morte di Mauro Pamiro, avvenuta nella notte tra sabato e domenica della scorsa settimana, sono state le lesioni interne da precipitazione. Ora si attende l’esito decisivo degli esami tossicologici e, soprattutto, la testimonianza della moglie, apparsa in stato di choc ai poliziotti, che dovrà spiegare come mai in quel buco di 24 ore non abbia avvisato nessuno della scomparsa del marito. Al momento gli inquirenti della squadra Mobile di Cremona e del Commissariato di Crema, coordinati dal pm Davide Rocco, non escludono alcuna ipotesi: omicidio, suicidio o incidente.

Martedì scorso, tuttavia, la Polizia ha trovato nel cimitero un cd del prof-musicista con il suo ultimo brano inciso a marzo, intitolato A last embrace (“Un ultimo abbraccio”) e dedicato a una donna descritta come “la più dolce regina del Paese delle meraviglie”, che inizia così: “Sono stato via per molti giorni, il tuo principe ti prenderà per mano e vivremo la nostra favola di amore, dipendenza, dominio e dolore”…

EDS