Flavio Insinna, il ricordo del dramma: “Papà mi ha fatto curare”

Il conduttore Flavio Insinna ha raccontato in un’intervista di aver vissuto un periodo di forte depressione dal quale non è mai uscito del tutto.

Flavio InsinnaIl conduttore Rai Flavio Insinna si mostra in onda sempre sorridente e pronto alla battuta. Una caratteristica che porta a pensare che questo atteggiamento sia parte non solo del suo personaggio, ma anche della sua vita privata. In effetti qualche tempo fa ha rivelato che nel corso degli anni ha imparato a ridere anche sulle difficoltà, utilizzando l’allegria come strumento esorcizzante per i periodi bui. Tuttavia, qualche tempo fa, quando era più giovane, Flavio ha vissuto un periodo nero, dal quale non si è mai ripreso del tutto.

Leggi anche ->Flavio Insinna, la grave malattia: “Mio padre mi fece curare”

Di vicissitudini negli anni il conduttore ne ha affrontate parecchie, specie in ambito professionale. Qualche tempo fa, ad esempio, è finito nell’occhio del ciclone per una reazione veemente nei confronti di una concorrente. Qualche tempo dopo è stato duramente criticato sui social dai fan dell’Eredità, i quali quasi quotidianamente gli sottolineavano il fatto che non fosse all’altezza di sostituire l’amatissimo Fabrizio Frizzi. Commenti carichi di cattiveria questi, che non rendono giustizia ad un professionista come Insinna. Anche perché nelle sue intenzioni non c’era certo quella di far dimenticare un mostro sacro come il collega scomparso.

Leggi anche ->Gaffe L’Eredità | Insinna bacchetta la concorrente esuberante

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Flavio Insinna ed il dramma della depressione

L’episodio a cui facciamo riferimento riguarda però la sua giovinezza. A raccontarlo è stato lo stesso conduttore in un’intervista rilasciata durante la sua partecipazione ad una puntata de ‘Le Invasioni Barbariche‘ del 2015. Entrato in depressione, Insinna non riusciva a superare il periodo buio ed il padre ha contattato uno specialista per aiutarlo. Sebbene la terapia gli abbia permesso di superare quello stato, ancora oggi il conduttore ne porta con sé le tracce: “Sono stato depresso, mio padre mi ha fatto curare e un po’ ne sono uscito e un po’ no. C’è chi dice che se hai il graffio nell’anima o fai lo psicanalista o fai l’attore. Io oggi mi voglio sicuramente più bene e ho imparato a sorridere sempre anche senza un motivo vero per essere felice”.

Insinna insulti