Home low cost Riaperture 18 maggio: primo volo low cost all’aeroporto di Bergamo

Riaperture 18 maggio: primo volo low cost all’aeroporto di Bergamo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:11
CONDIVIDI

Riaperture 18 maggio: primo volo low cost all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio.

Aeroporto di Bergamo Orio al Serio (Adobe Stock)

Tornano i voli all’aeroporto di Bergamo, a Orio al Serio. Lo scalo, che serve Milano e la Lombardia, è il principale aeroporto delle compagnie low cost nel Nord Italia e hub di Ryanair. Il vettore irlandese, tuttavia, tornerà operativo con i propri voli solo dal 1° luglio. Mentre EasyJet dovrebbe riprendere i propri voli in Italia il 3 giugno, con tre collegamenti da Malpensa verso gli scali del Sud Italia.

La prima compagnia aerea a riprendere i propri voli a Bergamo è Wizz Air. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Leggi anche –> Le compagnie low cost creano l’associazione ‘Voliamo per l’Italia’

Riaperture 18 maggio: primo volo low cost all’aeroporto di Bergamo

Primi tentativi di ritorno alla normalità, in questo nuovo step della Fase 2 dell’emergenza sanitaria per il Coronavirus in Italia, con le riaperture di diverse attività e negozi da lunedì 18 maggio. Anche nel trasporto aereo low cost si riprendono i primi voli, pur con tutte le limitazioni e le precauzioni richieste dalla situazione di eccezionalità che stiamo ancora vivendo.

Per molte compagnie aeree, soprattutto low cost, il futuro è ancora incerto, ma si guarda al futuro in attesa di riprendere i voli con un graduale ritorno alla regolarità dei collegamenti, anche se sarà una ripresa molto lenta e con frequenze ridotte.

Leggi anche –> Voli low cost, arriva una nuova compagnia aerea

La novità sui primi voli che tornano ad essere operativi viene da Bergamo, dove all’aeroporto Caravaggio di Orio al Serio è atterrato questa mattina il primo volo civile dopo il lockdown. Si tratta di un volo low cost della compagnia ungherese Wizz Air, che è atterrato alle 6.51 di questa mattina, proveniente da Sofia. Dal volo Wizz Air sono sbarcati nello scalo bergamasco 109 passeggeri. L’aereo, dunque, aveva una capacità ridotta, necessaria per via delle norme di sicurezza che richiedono il distanziamento a bordo, lasciando libero il sedile centrale tra i passeggeri, e anche per le limitazioni di viaggi con l’estero, che al momento consentono l’arrivo o la partenza di persone solo per motivi di stretta necessità oppure il rientro al domicilio di italiani all’estero.

Poco dopo il suo arrivo, e nel rispetto delle nuove norme di sicurezza per l’imbarco, il volo Wizz Air è ripartito per Sofia con circa 80 passeggeri a bordo. Tutte le procedure di sbarco e imbarco si sono svolte senza particolari problemi, anche per il numero ridotto di passeggeri.

Leggi anche –> Voli low cost: come cambieranno dopo la pandemia

Volo Ryanair in partenza dall’aeroporto di Bergamo (iStock)