Lombardia, gli scienziati frenano la Regione: “Estrema cautela” – VIDEO

Gli scienziati frenano la Regione Lombardia rispetto a eventuali fughe in avanti sull’emergenza Coronavirus: “Estrema cautela”.

“Estrema cautela” sulle riaperture dal 18 maggio e “nessuna fuga in avanti rispetto alle linee guida nazionali”, è quanto richiede il comitato tecnico scientifico della Lombardia, che oggi in videoconferenza avrebbe sentito i vertici della Regione.

Leggi anche –> Coronavirus Lombardia | casi in aumento ma si punta a riaprire

Lo afferma l’agenzia Askanews, facendo riferimento a fonti interne al comitato tecnico scientifico. Ancora ieri, nella Regione del Nord Italia, ci sono stati oltre 500 nuovi casi di positivi e più di 100 morti, unico caso che davvero preoccupa oggi la Penisola.

Leggi anche –> Lombardia, ritorno al lavoro: riparte solo chi ha le condizioni di sicurezza

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“È evidente che bisognerà aspettare un po’ per vedere se si potrà allentare ancora. Ora beneficiamo ancora dell’effetto lockdown”, sono le parole della fonte interna al comitato tecnico scientifico. A oggi, la Lombardia non solo è la Regione d’Italia più colpita, ma è un caso limite a livello mondiale delle conseguenze provocate dal Coronavirus. Su 223.096 casi accertati in Italia, nella Regione ce ne sono 83.820, ovvero oltre 50mila in più rispetto al Piemonte, la seconda Regione più colpita e il 37,5% dei casi complessivi. I decessi sono invece 15.296 su un totale nazionale di 31.368.