Bambino ucciso | abbandonato e poi sbranato dai varani

Orribile ritrovamento del corpicino di un bambino ucciso, che aveva su di sé i segni orripilanti di morsi di lucertoloni. Si cerca la madre.

bambino ucciso varano
Un bambino ucciso da un varano Foto dal web

È terribile la fine capitata ad un povero neonato, con questo bambino ucciso da un varano. La scoperta del corpo è avvenuta in una località lontana dai centri urbani a Nakhon Si Thammarat, nella parte meridionale della Thailandia.

LEGGI ANCHE –> Squalo uccide uomo | la vittima viola quarantena per fare surf | FOTO

Qui un altro ragazzino ha notato la presenza di una grossa borsa da viaggio di colore nero, abbandonata nei pressi di un laghetto. Dall’oggetto proveniva un tanfo terrificante, ma nonostante la difficoltà nello stare nelle immediate vicinanze di quel borsone, alla fine il ragazzino ed i suoi amichetti l’hanno aperto. E lì è venuto fuori il cadavere di un bambino ucciso, con segni di morsi evidenti ovunque. I resti del piccolo erano del tutto scempiati. Il cadavere risultava sventrato e privato degli organi interni. Subito la polizia ha ricevuto comunicazione del fatto, aprendo una inchiesta urgente. Le forze dell’ordine hanno raccolto dati a sufficienza per intuire che il piccolo possa essere morto da appena due giorni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coccodrillo uccide donna | “Lei lo ha provocato”

Bambino ucciso, la polizia ha aperto una indagine

I segni sui suoi resti sono compatibili con quelli dei morsi di un varano, un grosso esemplare di rettile presente a quelle latitudini ed in diverse altre parti dell’Asia. Un giudice del posto ha disposto lo svolgimento di un esame autoptico, per capire se il bimbo era già morto quando è stato rinchiuso nel borsone ed abbandonato oppure no. Inoltre sarà importante capire se l’attacco del lucertolone (ma potrebbero essere più di uno) sia avvenuto prima o dopo la morte del bambino. Oltre all’autopsia verrà svolto anche un test del Dna. L’idea della polizia è che la sua famiglia lo abbia lasciato lì e che dopo sia avvenuto l’attacco dei rettili. Al vaglio l’analisi di alcune telecamere di sicurezza installate in zona che potrebbero avere ripreso tutto quanto. Forti sospetti sulla figura della madre, poiché si pensa che ad agire sia stata una sola persona.

LEGGI ANCHE –> Squalo scatena il panico in Sardegna: “Avvistato a pochi metri dalla costa”