Home News Silvia Romano | pesanti insulti a una sua omonima sui social |...

Silvia Romano | pesanti insulti a una sua omonima sui social | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:53
CONDIVIDI

Il web si dimostra ancora una volta un vero e proprio territorio senza controllo in cui aprire le gabbie, dopo i tanti insulti a Silvia Romano e non solo.

silvia romano
Gli haters fascistoidi insultano la Silvia Romano sbagliata Foto dal web

La vicenda di Silvia Romano ha suscitato incredibilmente sensazioni contrastanti. Se da una parte in tanti hanno espresso felicità per la 25enne milanese liberata dopo 18 mesi di prigionia vissuta in Somalia, un numero sorprendentemente alto di personaggi dal dubbio spessore intellettuale (e tra questo anche alcuni esponenti di primo piano della stampa italiana, n.d.r.) ha vomitato sulla ragazza solo insulti su insulti, illazioni del tutto immorali e stereotipi frutto di una evidente, radicata ignoranza.

LEGGI ANCHE –> Silvia | “Conversione all’Islam una mia scelta | nessun matrimonio”

Tutta questa shitstorm, come è chiamato in genere un avvenimento del genere che vede il ‘popolo del web’ scagliarsi in maniera più o meno motivata (a seconda dei casi) contro questo o quel soggetto di riferimento, ha comportato anche un effetto collaterale non da poco. In alcuni casi, i tanti che si sono cimentati nello sport nazionale della domenica hanno sbagliato bersaglio. I loro insulti sono finiti alla Silvia Romano sbagliata. Una omonima della cooperante liberata dalla intelligence italiana si è vista infatti sommergere di offese davvero brutte e spiacevoli. Peccato che lei sia una assistente di Anastasio, il cantante vincitore di ‘X-Factor 12’. La sua unica colpa? Chiamarsi proprio come l’altra Silvia, diventata ben più famosa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Silvia si è convertita all’Islam, lo riportano fonti investigative

La magnifica difesa di Enrico Mentana: “Riflettete”

Di questo hanno approfittato proprio il rapper e la sua collaboratrice, esprimendo solidarietà alla giovane liberata e condannando con forza ogni comportamento becero di violenza verbale. Anche Enrico Mentana è sceso in campo per difendere a spada tratta la giovane rapita da chi l’ha insultata di essere “diventata una islamica”. Il direttore del Tg di La7 scrive: “A tutti quelli che in queste ore fanno orrendi e insensati paragoni con chi tornò da Auschwitz (come quel consigliere regionale leghista che ha scritto “avete sentito di qualche ebreo che liberato da un campo di concentramento si sia convertito al nazismo e sia tornato a casa in divisa delle SS?”) voglio solo sommessamente ricordare che il campo di Auschwitz sorgeva nella cattolicissima Polonia, e che lo stesso Hitler era cattolico battezzato e cresimato. Provate a riformulare il paragone ora”.

LEGGI ANCHE –> Silvia , Vittorio Sgarbi: “Va arrestata per concorso esterno in terrorismo”