Vacanze e Coronavirus: ecco quando saranno permessi gli spostamenti

In molti attendono le comunicazioni riguardanti le vacanze e gli spostamenti tra le regioni d’Italia, fondamentali per il turismo.

Il limite fissato dal comitato tecnico-scientifico per gli spostamenti tra le regioni è quando il fattore R0 sarà a 0,2. Insomma quando la possibilità di contagio da Coronavirus sarà praticamente inesistente. Al momento su base nazionale R0 si trova a 0,7, anche se ci sono regioni in cui il valore sembra più alto. Prima che si giunga a 0,2 passerà ancora del tempo, anche perché con la riapertura prevista per il prossimo 4 maggio, ci si attende un nuovo rialzo dei contagi.

Leggi anche ->Quando potremo tornare a viaggiare e dove andremo

Leggi anche ->Fase 2 riaperture | Conte |”Lo faremo in anticipo se caleranno i contagi”

Per questo motivo il governo ha pianificato una riapertura a tappe e una fase di osservazione che durerà almeno due settimane. Il primo controllo verrà effettuato giorno 11 maggio, una settimana dopo le prime riaperture. Il 18 maggio, se non verrà riscontrato un aumento, si procederà ad una riapertura anticipata delle attività per le quali inizialmente si prevedeva un ritorno a giugno. In quel caso verrà permesso lo spostamento nelle seconde case all’interno delle regioni. Ciò nonostante si precisa che bisognerà muoversi all’unisono, senza possibilità per alcune regioni di “Decreti fantasiosi”.

Leggi anche -> Viminale, controlli più severi nel weekend, poi inizia la fase 2

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vacanze, quando saranno permessi gli spostamenti

Nella migliore delle ipotesi, dunque, lo spostamento tra le regioni potrebbe essere permesso nel mese di giugno. Le varie amministrazioni regionali in questi giorni stanno lavorando per le linee guida da condividere con le strutture adibite al turismo. Queste permetteranno una riapertura degli esercizi al pubblico, ma anche ai clienti ed ai turisti di non doversi preoccupare della salute. Se si dovesse giungere dunque ad un fattore R0 di 0,2, la stagione estiva sarebbe salva ed il settore del turismo potrebbero conoscere una riapertura ed un inizio ripresa.

Diverso il discorso per i viaggi all’estero che, al momento, sono vietati. Dunque per questa estate ci dovremo “accontentare” di viaggiare all’interno dei confini nazionali. Poco male visto che l’Italia è uno dei Paesi più belli al mondo, capace di regalare paesaggi mozzafiato, spiagge incantevoli e città che trasudano storia e cultura in ogni vicolo. Sarà dunque l’occasione per scoprire o riscoprire mete turistiche meravigliose, troppo spesso sottovalutate a causa del richiamo suscitato da città al di fuori dei nostri confini. Non a caso, noi di ‘Viagginews’ abbiamo lanciato la campagna ‘#Ripartiamodallitalia’. Un modo per far rinascere il nostro settore turistico, ma anche per ritrovare quel senso di appartenenza dovuto per una terra meravigliosa.