Mascherine ai bambini, per gli infettivologi non sono necessarie

Con l’inizio della Fase 2 in Italia, in molti si chiedono se l’obbligo dell’uso delle mascherine si estenda anche ai bambini. La risposta degli infettivologi è chiara. 

Dal 4 maggio l’Italia entrerà nella Fase 2, l’obbligo dell’uso delle mascherine continuerà ad essere obbligatorio per molti, specialmente nel luoghi pubblici, in molti si chiedono se la regola varrà anche per i bambini. Certamente non sarà facile far indossare questi dispositivi ai più piccoli, pertanto è necessario comprendere se sia necessario o meno.

Leggi anche -> Coronavirus Scuola: maturità in classe, poi rientro a settembre

A rispondere a questi quesiti è stato Elio Castagnola, primario infettivologo e direttore del reparto di malattie infettive dell’Ospedale pediatrico Gaslini di Genova, spiegando al Corriere che, indubbiamente, far portare la mascherina ai bambini può essere utile, ma non è realmente obbligatorio. La cosa assolutamente più importante è che sia il genitore ad indossarla, proprio per evitare il contagio verso i figli.

Leggi anche -> Studente di 9 anni crea un videogioco per “sconfiggere” il Coronavirus

come utilizzare le mascherine

Mettere le mascherine ai bambini è obbligatorio?

Mettere la mascherina ai più piccoli può essere difficile, potrebbero togliersela, costringendo i genitori a intervenire per rimetterla al loro posto. In questo caso è essenziale che il genitore igienizzi bene le mani, sia prima che dopo.  I modelli più adatti di mascherine per i bambini sono quelle con i lacci da stringere dietro la nuca. Il decreto, però, ha specificato che per i bambini sotto i 6 anni di età non è obbligatorio. Questo vale anche per  i soggetti con forme di disabilità  che non sono compatibili con l’uso continuativo della mascherina.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!