Home Alberghi Londra, l’hotel si trasforma in ospedale temporaneo per il Coronavirus

Londra, l’hotel si trasforma in ospedale temporaneo per il Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:38
CONDIVIDI

L’Hotel Excel di Londra si trasforma e diventa un ospedale per accogliere i pazienti colpiti da Coronavirus.

Quello che stiamo vivendo è un momento storico assolutamente molto particolare. L’emergenza Coronavirus ha colpito in maniera particolarmente forte il settore del turismo che sta pagando adesso delle dure conseguenze che probabilmente si protrarranno anche per tutta la stagione estiva. Tuttavia il settore dell’hotellerie, sta cercando di fare la sua parte in questa lotta al coronavirus e, ad esempio a Londra, l’hotel Excel si è trasformato in ospedale per offrire le cure necessarie al numero sempre crescente di pazienti risultati purtroppo positivi al coronavirus.

La trasformazione degli hotel

Si tratta ovviamente di una trasformazione temporanea che però andrà ad aiutare tutti quei pazienti positivi che hanno bisogno di cure e che magari non riescono ad entrare in ospedale perché i posti sono stati esauriti o sono occupati da persone con una sintomatologia più grave. L’Excel di Londra diventa così un ospedale temporaneo e inizialmente avrà a disposizione 500 letti e postazioni per la terapia intensiva con ventilatori ed ossigeno.

Quando sarà pronto

Si presume che sarà pronto già dalla prossima settimana e l’idea è che possa aumentare la sua capacità fino a diverse migliaia di posti letti laddove dovesse diventare necessario. Come ha spiegato a Travelmole Simon Stephens, l’amministratore delegato dell’NHS, National Health Service il sistema di sanitario nel Regno Unito, la situazione è talmente particolare e straordinaria che per combattere il virus è importante anche avere quante più postazioni possibili. A oggi clinici e dirigenti stanno lavorando insieme a degli ingegneri militari per trasformare in tempo record l’hotel in ospedale e si spera che possa essere d’aiuto.

Il Regno Unito resiste

L’emergenza Coronavirus infatti ha ormai valicato i confini italiani e in tutto il mondo si registrano sempre nuovi casi. Se l’Inghilterra da una parte ha le forti parole del ministro Boris Johnson che parla di “morti necessarie” per raggiungere la famigerata immunità di gruppo, dall’altra gli inglesi non hanno intenzione né di rassegnarsi né di cedere il passo al virus. Così si stanno ingegnando, proprio come noi italiani. Ogni location utile e messa a disposizione potrebbe diventare un ospedale, seppur da campo.. Meglio di niente. E così anche il mondo delle industrie sta cercando di fare la sua parte per aiutare.