“La quarantena deve essere di 21 giorni” | studio importante sul Coronavirus

0
7

Alcuni ricercatori cinesi si esprimono sulla necessità di dover cambiare il periodo di quarantena Coronavirus. “I 14 giorni previsti non bastano”.

quarantena Coronavirus
La quarantena Coronavirus di 14 giorni non basta Foto Getty Images

Dalla Cina arriva una notizia che riguarda molto da vicino la situazione Coronavirus, che comunque riguarda anche il resto del mondo. Alcuni ricercatori cinesi hanno fatto sapere di ritenere che il periodo raccomandato di incubazione per gli individui sintomatici ammonterebbe a 21 giorni e non ai 14 ormai considerati canonici.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia | A Pesaro muore una ragazza di 27 anni

L’affermazione sorge in seguito ad uno studio condotto dall’Università di Shanghai e pubblicata sul sito web MedrXiv. In media potrebbero bastare anche 18 giorni di quarantena, anche se il periodo consigliato dagli scienziati autori delle osservazioni in questione è di 21. Va precisato che questo studio ingloba delle annotazioni non ancora validate e certificate da parte della comunità scientifica internazionale. Ma tre settimane piene rappresenterebbero, per chi ha compiuto queste analisi, un periodo sufficientemente sicuro per chi ha sviluppato dei sintomi. Sicuro addirittura ad un tasso del 95%.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus: morta a Brescia la cassiera di un supermercato

Coronavirus, una quarantena più lunga darebbe maggiori garanzie

Questa idea sorge su delle osservazioni compiute su 2015 pazienti positivi al Covid-19. Di questi, 99 erano bambini. E di tutti i soggetti coinvolti, parte era ricoverata in ospedale ed il resto era in auto-isolamento a casa. Studio condotto tra l’altro in 28 diverse province della Cina, quindi viene anche a mancare un possibile vincolo di omogeneità tra situazioni, che avrebbe potuto alterare i risultati finali. Per tutti il periodo di incubazione più frequente è di 7 giorni, con 9 giorni invece per i bambini. Allungare l’auto-isolamento o la quarantena a 18-21 giorni renderebbe la prevenzione di molto più efficace. “Con l’attuale periodo di due settimane piene può essere catturato solamente l’88% degli infetti”, fa sapere la epidemiologa Stefania Salmaso. “Comunque, tra qualche settimana sapremo se le misure adottate in Italia sono risultate utili. Inoltre certamente avremo appreso più cose sul Covid-19”.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Lombardia: 43% si muove regolarmente, non solo jogging