Coronavirus Italia | Al Bano a Mattino 5 | “È la Terza Guerra Mondiale”

0
2

Durante un suo intervento a ‘Mattino 5’, Al Bano ha parlato con timore della emergenza Coronavirus Italia, alludendo ad una situazione di estrema crisi.

Coronavirus Italia Al Bano
Coronavirus Italia Al Bano allarmatissimo su Canale 5 FOTO viagginews

A ‘Mattino 5’ nella puntata di martedì 10 marzo 2020, Al Bano ha espresso tutta la propria preoccupazione in merito alla situazione Coronavirus Italia.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus | il Ministero dell’Interno smentisce fake news FOTO

Il cantante di Cellino San Marco ha mostrato un evidente pessimismo ed anche non poco timore per tutto quanto sta succedendo. Ospite della trasmissione di Federica Panicucci, il 76enne pugliese ha fatto da testimonial all’hashtag #iorestoacasa, per sottolineare l’importanza di stare al chiuso per alcuni giorni allo scopo di evitare il propagarsi del virus Covid-19. Gli assembramenti vanno del tutto evitati, per questo motivo scuole, cinema, stadi ed altri luoghi di incontro rimarranno chiusi almeno fino al prossimo 3 aprile. Al Bano è intervenuto via telefono, esternando tutta la paura sentita per la crisi Coronavirus Italia.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus | stop ai mutui per famiglie ed aziende

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus Italia, Al Bano: “Come fosse la Terza Guerra Mondiale”

“Per la prima volta in vita mia ho un pò di paura. La avverto in particolar modo per i miei figli, ma anche per l’Italia e per il mondo intero. Stiamo capendo che è come se fosse in atto una sorta di Terza Guerra Mondiale. Davanti a questo Coronavirus siamo inermi, il contagio colpisce tutti e non perdona nessuno. Serve correre ai ripari”. E sulla fuga dalla Lombardia verso altre regioni del nostro Paese, Al Bano usa toni altrettanto forti: “È una sciocchezza. Un atto di vera e propria responsabilità. Chi lo ha fatto ha agito perché impaurito e desideroso di tornare alle radici. Da un certo punto di vista si può comprendere, ma la cosa va condannata. Questa è una guerra, correte ai ripari”. E per farlo serve rispettare le regole. Quindi non uscire se non strettamente necessario. Lavarsi le mani più volte al giorno ed accuratamente. Fare la spesa una persona per nucleo familiare. Evitare contatti fisici diretti e mantenere un metro di distanza almeno degli altri quando si esce.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus | l’ISS sull’acqua del rubinetto | le raccomandazioni