James Bond in ‘quarantena’ per il coronavirus: rinviata l’uscita di ‘No Time To Die’

0
4

James Bond in ‘quarantena’ per il coronavirus: rinviata l’uscita di ‘No Time To Die’. La produzione costretta a posticipare l’uscita del film a causa dell’epidemia di Covid-19.

james bond coronavirus no time to die
Poster del nuovo film di James Bond “No Time To Die” (MLADEN ANTONOV/AFP via Getty Images)

L’epidemia di coronavirus travolge anche l’uscita dell’attesissimo film numero 25 della saga di James Bond: “No Time To Die”. Ultimo film dell’attore Daniel Craig nei panni dell’agente 007, “No Time To Die” aveva già avuto una produzione molto travagliata, con diversi rinvii e ritardi delle riprese.

Quando finalmente il film era pronto per le sale cinematografiche, con le date di uscita già fissate per il 2 aprile, in anteprima, nel Regno Unito e il 9 aprile nel resto del mondo, Italia compresa, ecco che a guastare i piani ci si mette anche il coronavirus. L’epidemia che si sta diffondendo in tutto il mondo ha suscitato più di una preoccupazione alla produzione di James Bond, anche perché da più parti nel mondo le associazioni dei fan chiedevano il rinvio. La prima in Cina era stata già cancellata e quando il virus è arrivato in Europa e i governi hanno cominciato a introdurre le misure di contenimento dei contagi, chiudendo luoghi pubblici tra cui cinema e teatri, la data di uscita ha cominciato ad essere in pericolo.

Così nella serata del 4 marzo, i produttori hanno annunciato il rinvio della di “No Time To Die”. Essendo la primavera già compromessa e non essendo prevista l’uscita in estate, il film è stato posticipato all’autunno. Il film numero 25 della saga di James Bond, il quinto e ultimo con Daniel Craig nei panni dell’agente segreto più famoso al mondo, uscirà nel Regno Unito il 12 novembre, a seguire negli altri Paesi del mondo, Italia compresa, e negli Stati Uniti il 25 novembre 2020. Un rinvio di molti mesi, purtroppo inevitabile per una grande produzione e un marketing imponente, che sposta il cast di attori in giro per il mondo per la promozione e muove folle di fan.

Abbiamo seguito “No Time To Die” la scorsa estate perché girato in Italia, con lunghe scene di inseguimenti mozzafiato tra i Sassi di Matera e altre riprese nelle zone circostanti tra Basilicata, Campania e Puglia. Non vediamo l’ora di vederlo perché la Città dei Sassi è protagonista assoluta di “No Time To Die” già dalle primissime immagini del trailer.

Leggi anche –> Riprese James Bond in Italia: Daniel Craig sul set a Matera – FOTO&VIDEO

Il trailer di “No Time To Die” in italiano

Rinviata l’uscita di ‘No Time To Die’: anche James Bond in ‘quarantena’ per il coronavirus

La scorsa estate ci siamo appassionati e abbiamo seguito le spettacolari riprese del 25° film di James Bond a Matera e nella vicina Gravina, con tanto di salto nel vuoto della controfigura di Daniel Craig dal ponte dell’acquedotto romano. Inseguimenti per le strette vie dei Sassi di Matera, fughe alla stazione di Sapri, corse in moto d’acqua a Maratea. La troupe di James Bond la scorsa estate ha trascorso più di un mese, tra agosto e settembre, a Matera, Gravina in Puglia, Sapri e Maratea per girare quelle che si annunciano come le scene più belle del nuovo film della serie di 007, “No Time To Die“.

I protagonisti, Daniel Craig, James Bond, e Léa Seydoux, la dottoressa Madeleine Swann, avevano raggiunto il set di Matera ai primi di settembre, dopo che già da agosto la squadra di tecnici, operatori e controfigure aveva girato gli inseguimenti con la mitica Aston Martin e le sparatorie tra i Sassi. Le riprese si sono svolte nell’anno in cui Matera è stata scelta come Capitale Europea della Cultura 2020. Un set prestigioso che per alcuni giorni ha chiuso il centro storico della città, attirando numerosi residenti e turisti che si sono accalcati ai margini delle aree recintate per cogliere qualche immagine in anteprima.

Oltre alle riprese al Sud Italia, il nuovo film di James Bond è stato girato in altre location spettacolari come la Giamaica, la Norvegia, tra cui l’Atlantic Ocean Road, le Isole Faroe (Danimarca), i boschi delle Highlands scozzesi, alcune zone della città di Londra e i infine i Pinewood Studios. Tutti luoghi fantastici, che meritano assolutamente un viaggio. Il film però fin dall’inizio ha avuto una gestazione travagliata.

james bond coronavirus no time to die
Daniel Craig con il Principe Carlo sul set di Bond 25 ai Pinewood Studio di Londra (Niklas Halle’n – WPA Pool/Getty Images)

Il nuovo film di James Bond a novembre

La produzione del nuovo film di James Bond era stata rinviata quando nel 2018 il regista Danny Boyle e lo sceneggiatore Kohn Hodge abbandonarono la lavorazione a causa di divergenze artistiche con la produzione. Subentrò il regista Cary Fukunaga e nuovi sceneggiatori, che si misero subito al lavoro per riscrivere la storia. Una corsa contro il tempo per l’avvio delle riprese ad aprile del 2019.

Nel frattempo Daniel Craig, che aveva promesso che Spectre, uscito nel 2015, sarebbe stato il suo ultimo film come James Bond, si era lasciato convincere a vestire per un’ultima volta i panni dell’agente segreto. La scorsa primavera, però, a poche settimane dall’inizio delle riprese, Craig subiva un infortunio alla caviglia mentre era sul set ed era costretto a fermarsi per sottoporsi a un intervento chirurgico e alla successiva riabilitazione.

Le riprese del film venivano riprogrammate, in modo da girare le scene con gli altri attori e con le controfigure, in attesa che Craig tornasse sul set. Le sventure, purtroppo, non finivano qui: durante le riprese ai Pinewood Studios di Londra, un’esplosione controllata per una scena del film andava fuori controllo, causando effetti più violenti del previsto con diversi danni alle strutture e purtroppo anche il ferimento di un membro della troupe.

Finite le riprese a Matera, Gravina, Sapri e Maratea a fine settembre 2019, la troupe di “No Time To Die” è tornata a Londra per girare l’ultimo mese di riprese ai Pinewood Studios. Tutto si è concluso  per il meglio. Ai primi di dicembre è uscito il trailer ufficiale del “No Time To Die” e quando con l’anno nuovo sembrava finalmente tutto pronto, ci si è messa l’epidemia di coronavirus! Film rimandato a novembre. Dovremo ancora aspettare per vedere Daniel Craig per l’ultima volta come 007, ma dopo tutte queste traversie ne varrà sicuramente la pena. Soprattutto per le scene spettacolari ambientate al Sud Italia.

Il regista Cary Joji Fukunaga e gli attori Léa Seydoux e Daniel Craig sul set di James Bond a Matera (www.facebook.com/JamesBond007IT)

Cast e colonna sonora

Nel cast di “No Time To Die” ritroviamo Daniel Craig, al suo quinto e ultimo James Bond, Léa Seydoux, come dottoressa Madeleine Swann, una psichiatra di cui 007 si innamora, Ralph Fiennes nei ruolo di M, il capo dell’MI6, Naomie Harris come Eve Moneypenny,Rory Kinnear come Bill Tanner, capo dello staff dell’MI6, Ben Whishaw nei panni di Q, l’esperto dell’equipaggiamentodi 007, Jeffrey Wright come Felix Leiter, amico di Bond e agente della Cia. Le sorprese del cast sono l’attrice afroamericana Lashana Lynch, star di Captain Marvel, e la grande novità del villain principale, interpretato dall’attore americano di origini egiziane Rami Malek, un misterioso personaggio di nome Safin., che secondo alcune indiscrezioni sarebbe una nuova versione del leggendario Dr No. il cattivo del primo film di James Bond, “Licenza di uccidere”. L’attore premio Oscar per la sua interpretazione di Freddie Mercury in “Bohemian Rhapsody” sfiderà sul set Daniel Craig. Torna, a sorpresa, anche l’attore Christoph Waltz, interprete del cattivo Blofeld.

La canzone tema del film “No Time To Die” è interpretata dalla giovanissima artista rivelazione degli ultimi anni Billie Ellish. Si tratta di un brano che la stessa Billie ha scritto con il fratello Finneas. Mentre la colonna sonora è composta dal mitico Hans Zimmer, autore di musiche da film indimenticabili.

Ulteriori informazioni: www.007.com

L’ultimo trailer di “No Time To Die” con la canzone di Bille Ellish