Coronavirus, Wizz Air taglia i voli low cost per l’Italia

Coronavirus, Wizz Air taglia il 60% dei suoi voli low cost per l’Italia.

coronavirus wizz air voli italia
Wizz Air (iStock)

Con l’esplosione dell’epidemia di coronavirus in Italia molti viaggi dall’estero sono stati cancellati o rinviati. Così le compagnie aeree si sono adeguate, cancellando numerosi voli verso il nostro Paese. Un provvedimento inevitabile, dovuto all’annullamento o al calo delle prenotazioni per il nostro Paese.

Già easyJet aveva cancellato alcuni voli per il Nord Italia, riservandosi la “riallocazione degli aeromobili per l’estate 2020 per intercettare al meglio la ripresa della domanda”. Ora tocca alla compagnia aerea low cost Wizz Air. Un brutto colpo per il nostro turismo, ma ci si augura che la situazione torni al più presto alla normalità.

Leggi anche –> Coronavirus, gli Stati Uniti sconsigliano i viaggi in Italia

Coronavirus, Wizz Air taglia i voli per l’Italia

Purtroppo la diffusione dei contagi da coronavirus, Covid-19, al Nord Italia, ha indotto moltissime persone dall’estero a cancellare i viaggi verso il nostro Paese. È una decisione comprensibile, dettata da ragioni di prudenza finché la situazione non si sia stabilizzata e l’epidemia circoscritta. A soffrirne di più è il Nord Italia, Lombardia e Veneto su tutti, dove si sono manifestati i più ampi focolai di contagio, soprattutto nella prima regione. Ma è un po’ tutta Italia e il suo turismo a soffrirne essendo il nostro Paese ai vertici del numero di contagi registrati a livello internazionale, dopo Cina e Corea del Sud, e il primo in Europa.

Accanto alla prudenza dei singoli viaggiatori, poi, ci sono i consigli che le autorità sanitarie e di governo dei vari Paesi danno ai loro cittadini sulle zone del mondo a rischio da evitare. Tra questi Paesi ci sono gli Stati Uniti, che proprio nelle ultime ore hanno sconsigliato agli americani di viaggiare in Italia se non strettamente necessario, portando l’allerta per il nostro Paese a livello 3.

Al di là degli Usa, tuttavia, pur essendo gli aeroporti ancora aperti e i collegamenti operativi, diverse compagnie aeree sono state costrette a cancellare i loro voli verso l’Italia o a ridurne le frequenze. La ragione principale sta nel forte calo delle prenotazioni.

Una decisione sofferta che ha preso anche Wizz Air, la compagnia ungherese low cost tra le leader d’Europa, che ha dovuto tagliare il 60% dei suoi voli per l’Italia fino al 2 aprile prossimo, a a causa del crollo delle prenotazioni per i timori legati all’epidemia di coronavirus.

Leggi anche –> British Airways cancella i voli Londra-Milano

Il taglio è stato comunicato da Wizz Air con una nota, in cui si spiega che il motivo della cancellazione dei voli è per la “flessione nella domanda sulle sue rotte italiane causate dall’epidemia del virus Covid-19“. Le cancellazioni, in particolare, riguarderanno diverse rotte per il Nord Italia tra l’11 marzo e il 2 aprile 2020: “Durante questo periodo — si legge nella nota — circa il 60% della capacità totale italiana è stata tagliata”.

Leggi anche –> Coronavirus, l’Italia mette paura: i Paesi che non ci vogliono

La compagnia aerea, poi, informa che “i passeggeri con prenotazioni che rientrano in questo cambiamento di programmazione sono automaticamente informati e sistemati su rotte alternative. Ai clienti che hanno prenotato direttamente su Wizzair.com o sull’app della compagnia verrà offerta una riprenotazione gratuita o un pieno rimborso o il 120% di rimborso della tariffa originale in crediti della compagnia“.

In un’analisi, il Corriere della Sera ha calcolato la percentuale dei voli tagliati da Wizz Air a marzo.

Ulteriori informazioni sul sito web della compagnia aerea: wizzair.com/it-it/ultime-informazioni-viaggio

Wizz Air (iStock)